World News

L’Iran segnala 129 nuovi decessi per coronavirus

L’Iran segnala 129 nuovi decessi per coronavirus

L’Iran ha dichiarato lunedì che il coronavirus ha ucciso altre 129 persone, un nuovo record per un solo giorno in uno dei paesi più colpiti al mondo.

“Il nostro appello è che tutti prendano sul serio questo virus e non provino in nessun modo a recarsi in nessuna provincia”, ha detto il portavoce del ministero della salute Kianoush Jahanpour in una conferenza stampa televisiva.

Gli ultimi decessi portano il bilancio complessivo a 853 morti dal 19 febbraio, quando il governo ha annunciato i primi due decessi dell’Iran a causa della malattia COVID-19.

Jahanpour ha riferito di 1.053 nuovi casi confermati di infezione nelle ultime 24 ore, portando il totale a 14.991.

La provincia di Teheran ha avuto il maggior numero di nuove infezioni con 200 casi, circa 50 in meno rispetto al giorno prima.

Segue la provincia centrale di Isfahan con 118 casi, e Mazandaran nel nord dell’Iran che è arrivata a 96 casi.

La provincia di Khorasan Razavi, sede della santa città sciita di Mashhad, ha registrato 143 il giorno prima.

“Se giudichiamo con cautela, sembra che gli sforzi globali delle persone e gli interventi del sistema sanitario … stiano lentamente mostrando i loro effetti a Qom e Gilan”, ha detto Jahanpour.

La città santa di Qom nell’Iran centrale, dove è stato segnalato per la prima volta il virus, ha avuto 19 nuovi casi che hanno portato il totale a 1.023.

Gilan ha raggiunto 858 casi di infezione confermate, con 18 nuovi casi. La regione settentrionale è una popolare meta turistica ed è tra le peggiori delle 31 province dell’Iran.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento