Islam / World News

L’Iraq multa e sospende l’agenzia di stampa Reuters per un rapporto sul coronavirus

L’Iraq multa e sospende l’agenzia di stampa Reuters per un rapporto sul coronavirus

L’Iraq venerdì ha sospeso il lavoro dell’agenzia di stampa Reuters per tre mesi, a seguito di un rapporto fatto il giorno precedente che diceva che il governo iracheno stava sotto-riportando i casi di infezione confermati del coronavirus.

L’agenzia di stampa è stata anche mulata di 25 milioni di dinari iracheni, circa 20.800 dollari, secondo una dichiarazione pubblicata sul sito ufficiale della Communication and Media Commission.

La sospensione arriva dopo che Reuters giovedi ha pubblicato una articolo, citando più fonti, dove diceva che il governo stava segnalando erroneamente i casi di coronavirus nel paese, dicendo che il vero numero di persone infette è di migliaia.

Il Ministero della Salute ha detto che venerdì ci sono stati 820 casi confermati e 54 morti nel paese. Il rapporto Reuters ha detto che il vero numero variava da 3.000 a 9.000.

Reuters ha detto che non ha ricevuto alcuna notifica da parte delle autorità irachene per quanto riguarda la loro licenza e che hanno “chiesto chiarimenti sulla questione.”

“Siamo sicuri della nostra notizia del 2 aprile, basata su molteplici fonti mediche e politiche ben posizionate e che ha rappresentato pienamente le posizioni del Ministero della Sanità iracheno”, ha detto in una dichiarazione Reuters.

È la seconda volta che i giornalisti vengono sanzionati per aver contrastato il numero ufficiale di casi di coronavirus in Medio Oriente. Alla fine di marzo, l’Egitto espulse un corrispondente di The Guardian per un rapporto che citava uno studio che suggeriva che i casi in Egitto erano più alti di quanto le autorità avevano riferito.

La corrispondente del giornale britannico, Ruth Michaelson, ha lasciato il paese dopo che i diplomatici occidentali l’hanno informata che i servizi di sicurezza egiziani volevano che lasciasse “immediatamente”, il paese.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento