Islam

L’ISIS sollecita i kamikaze suicidi di evitare grandi folle mentre svolgono le loro operazioni

L’ISIS sollecita i kamikaze suicidi di evitare grandi folle mentre svolgono le loro operazioni

Sembra una battuta comica ma nella sua tristezza non lo è:

Nel tentativo di prevenire la diffusione del coronavirus, lo Stato Islamico sta avvisando i suoi attentatori suicidi di evitare grandi folle e aree densamente affollate mentre svolgono le loro operazioni.

“Mentre cerchiamo di mitigare il danno causato da COVID-19, stiamo adattando le nostre operazioni per proteggere i nostri mujaheddin dalla minaccia del virus”, ha detto il leader dell’ISIS Amir Mohammed al-Salbi in un promemoria per i dipendenti. “I bombardieri suicidi e altri potenziali martiri dovrebbero evitare luoghi affollati e assicurarsi di lavarsi le mani prima e – se possibile (ndr: se sopravvivono) – dopo ogni attacco.”

Mercoledì sera, un attacco dell’ISIS a un concerto rock a Londra ha ucciso solo l’attentatore suicida, che ha atteso che il locale fosse si svuotasse da tutti i partecipanti per entrare e far esplodere il suo giubbotto. E un cecchino negli Stati Uniti è arrivato in un centro commerciale locale poche ore prima che aprisse e scaricasse colpi dopo coclpi nelle vetrine vuote per evitare il contatto con gli acquirenti.

“Ci rendiamo conto che queste nuove linee guida limiteranno l’impatto di alcune operazioni e potremmo vedere meno infedeli uccisi di quanto vorremmo nelle prossime settimane”, ha dichiarato il memo di al-Salbi.

“La nostra massima priorità, tuttavia, è la tua sicurezza e ci impegniamo a non mettere a rischio nessuno dei nostri terroristi fino a quando questo virus non sarà sotto controllo”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento