Islam

Lo scoppio del coronavirus in Iran è una punizione divina per gli sciiti; L’Iran infetta deliberatamente i sunniti con il virus

Lo scoppio del coronavirus in Iran è una punizione divina per gli sciiti; L’Iran infetta deliberatamente i sunniti con il virus

Lo studioso islamico con sede nel Regno Unito, lo sceicco Abdul Rahman Dimashqia, ha dichiarato in un video che è stato caricato su Internet il 7 marzo 2020 che i musulmani sciiti hanno affermato che Aisha, una delle mogli del profeta Maometto, aveva emesso una sentenza religiosa che consentiva il consumo di ratti e che questa sentenza è la causa dell’epidemia di coronavirus.

Ha detto che la diffusione del virus in Iran è una punizione divina per le loro accuse contro Aisha, e ha affermato che l’Iran sta deliberatamente inviando iraniani infetti nelle città sunnite e in paesi come il Libano al fine di diffondere il virus tra i musulmani sunniti.

Ha anche detto che gli iraniani appartengono a un culto dell’odio e che diffondono distruzione ovunque le loro mani raggiungano. Lo sceicco Dimashqiah ha studiato in Arabia Saudita, in Pakistan e negli Stati Uniti ed è uno scrittore prolifico e un oratore su questioni come la teologia e le sette islamiche devianti.

 

Lo sceicco Abdul Rahman Dimashqia: “Ho visto quegli sciiti affermare che la vera fonte e causa del coronavirus è Aisha, la moglie del profeta. Perché? Dicono che ha permesso di mangiare ratti e mangiare ratti ha causato il coronavirus .

[…]

“Hanno affermato che Aisha è la causa del coronavirus. Non il coronavirus è in Iran. E a causa di questo scandalo, hanno deliberatamente inviato il popolo iraniano nelle città sunnite in Iran per diffondere il virus.

[…]

“Stanno mandando iraniani in molti paesi sunniti, e uno di questi è il Libano, per infettare le persone. Vedi? Che odio. Che odio.

[…]

“Questo è un evento divino contro gli iraniani, che hanno approfittato del coronavirus, per accusare la moglie del profeta, e ora Allah ha inviato il coronavirus nel loro paese. La fonte dell’odio. Questo è il culto dell’odio. Guarda cosa ‘ stai facendo in Siria. Guarda cosa stanno facendo in Yemen, in Libano, in Iraq, ovunque le loro mani raggiungano, la distruzione arriva [lì] con loro “.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento