Islam

Lo Stato Islamico chiede altri massacri jihadisti, dice che la jihad è doppiamente premiata durante gli ultimi dieci giorni del Ramadan

Lo Stato Islamico chiede altri massacri jihadisti, dice che la jihad è doppiamente premiata durante gli ultimi dieci giorni del Ramadan

Al Jazeera dice quest’anno: “L'[usanza] palestinese di mobilitarsi per le operazioni e intensificarle nel mese del Ramadan si ispira alla storia [islamica], piena di guerre e conquiste avvenute durante questo mese, perché i musulmani hanno chiaramente compiuto sforzi speciali per compiere attacchi allora”.

Perché l’hanno fatto? Perché il Ramadan dovrebbe essere il momento in cui i musulmani raddoppino i loro sforzi per compiacere Allah. Un hadith ha un musulmano che chiede a Maometto: “Istruiscimi su un atto come uguale alla Jihad (in ricompensa).” Maometto rispose: “Non trovo un atto del genere.” (Bukhari 4.52.44) Quindi quale modo migliore per aumentare la proprio devozione ad Allah se non con la jihad?

“Il Ramadan è un mese di guerra santa e di morte per Allah. È un mese per combattere i nemici di Allah e il messaggero di Dio, gli ebrei e i loro facilitatori americani.” – Qaedat al-Jihad

“Il Ramadan è il pio mese della ‘Jihad-o-Qital’ (Jihad e uccisione). Coloro che raggiungono il martirio mentre compiono la Jihad, le porte del cielo rimangono aperte.

“Chiedendo altri attacchi, l’outlet pro-ISIS ricorda ai musulmani: la jihad è doppiamente ricompensata durante gli ultimi dieci giorni del Ramadan”, MEMRI,4 maggio 2021.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento