Politica / World News

L’Ungheria afferma di difendere le proprie frontiere e di mantenere la recinzione di frontiera nonostante la sentenza della Corte di giustizia europea

L’Ungheria afferma di difendere le proprie frontiere e di mantenere la recinzione di frontiera nonostante la sentenza della Corte di giustizia europea

Il Ministero della Difesa ungherese ha detto che sia le forze armate che il governo ungherese avrebbero fatto tutto il possibile per difendere il confine del paese e mantenere la sua recinzione di confine, nonostante una nuova sentenza della Corte di giustizia europea in cui si dice che l’Ungheria ha detenuto illegalmente i richiedenti asilo nelle zone di transito.

La dichiarazione dell’Ungheria giunge in un momento in cui la vitale rotta dei Balcani occidentali ha visto un forte aumento degli attraversamenti da parte di migranti illegali. Nonostante il forte calo registrato in aprile a causa delle chiusure delle frontiere provocate dalla pandemia coronavirus, gli attraversamenti illegali delle frontiere nei Balcani occidentali sono aumentati del 60 per cento nei primi quattro mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2019, l’Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera Frontex ha dichiarato nel suo aggiornamento della migrazione di aprile :

“Ci sono stati meno di 100 rilevamenti di attraversamenti illegali di frontiera registrati su questa rotta nel mese di aprile, in calo del 94% rispetto al mese precedente. Tuttavia, nei primi quattro mesi, il numero di attraversamenti illegali delle frontiere è aumentato del 60% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno a quasi 6.000”, ha scritto il rapporto di Frontex.

Domenica il segretario di Stato ungherese del Ministero della Difesa Szil’rd Németh ha dichiarato al valico di frontiera di Ghezke con la Serbia che, con la fine dei blocchi nazionali, l’Ungheria dovrà nuovamente affrontare una maggiore pressione da parte degli immigrati clandestini. La scorsa settimana ha parlato della zona di transito che è stata al centro della sentenza della Corte di giustizia europea (CJ) in cui si dice che l’Ungheria ha detenuto illegalmente i migranti.

Egli ha ribadito la posizione ungherese secondo cui la sentenza intende costringere l’Ungheria a smettere di difendere il confine con una recinzione e consentire agli immigrati di entrare nel paese. Ha detto che il paese avrebbe fatto tutto il suo potere per continuare a difendere i suoi confini.

“La maggioranza parlamentare Didesz-KDNP e il governo faranno tutto quanto in loro potere per mantenere la recinzione [al confine], le pattuglie militari e di polizia e mantenere operative le zone di transito”, ha detto Németh.

Nel suo aggiornamento degli eventi del fine settimana, la polizia ungherese ha detto che gli ufficiali hanno arrestato 151 immigrati illegali e li hanno trasportati nei paesi da cui provenivano, nonché altri 37 a cui è stato impedito di attraversare il confine serbo in Ungheria.

Proprio la settimana scorsa, il ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjàrt, ha messo in guardia contro una nuova ondata migratoria che minaccia l’Europa in una riunione di videoconferenza con i 14 ministri degli esteri dell’UE.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento