Islam

Marocco: Musulmano rischia il carcere per aver interrotto il digiuno del Ramadan

Marocco: Musulmano rischia il carcere per aver interrotto il digiuno del Ramadan

Il codice penale del Marocco stabilisce che qualsiasi musulmano “rompendo il digiuno in un luogo pubblico durante il Ramadan, senza una ragione accettata” nell’Islam, può essere imprigionato per un massimo di sei mesi e multato.

Ogni anno, durante il Ramadan in Marocco, ci sono diverse segnalazioni della polizia di arresti per questo “reato” in tutto il paese. Ad Al Hoceima giovedì, la polizia ha arrestato un giovane musulmano in seguito alla “interruzione in pubblico del digiuno del Ramadan” di un mese. L’uomo rischia il carcere dopo che la polizia lo ha arrestato per aver fumato durante le ore diurne del Ramadan.

Durante il mese sacro islamico del Ramadan, i musulmani digiunano dall’alba al tramonto, dalle 3:30 circa alle 20:00. Il digiuno durante questo mese è uno dei cinque pilastri dell’Islam ed è obbligatorio a meno che l’individuo non soddisfi requisiti speciali come malattia o gravidanza.

Il loro digiuno include cibo, acqua e sigarette e altre forme di tabacco (la gomma da masticare non è consentita). L’interazione sessuale è vietata e i negozi di liquori sono tenuti, per legge, a chiudere per tutto il mese.

Il codice penale marocchino criminalizza il mangiare o bere pubblicamente durante le ore di digiuno del Ramadan. L’articolo 222 stabilisce che rompere il digiuno in pubblico durante il mese del Ramadan è un reato punibile con la reclusione:

Il codice penale del Marocco afferma, all’articolo 222, che “Una persona comunemente nota per essere musulmana che viola il digiuno in un luogo pubblico durante il Ramadan, senza avere una delle giustificazioni consentite dall’Islam, è punita da uno a sei mesi di carcere” e una multa.

In Marocco, non è solo la polizia locale a punire il fast-breaker; ma anche la “polizia morale” dei cittadini.
Nel 2016, un uomo diabetico è stato malmenato da una folla arrabbiata per aver bevuto acqua.

Ironicamente durante il Ramadan, i musulmani dovrebbero praticare misericordia, devozione e pietà.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento