Politica / World News

Marsiglia: sessanta estremisti di sinistra e “giovani” immigrati hanno attaccato la stazione di polizia

Marsiglia: sessanta estremisti di sinistra e “giovani” immigrati hanno attaccato la stazione di polizia

Una folla di sessanta giovani provenienti da alloggi per immigrati accompagnati da estremisti di sinistra hanno attaccato sabato scorso la stazione di polizia nel 2 ° arrondissement di Marsiglia nel tentativo di liberare due rapinatori in custodia della polizia.

Gli scontri sono scoppiati intorno alle 20:00 di sabato sera quando la folla di giovani immigrati e attivisti di estrema sinistra hanno lanciato proiettili e petardi contro la polizia gridando la parola “assassini“. Fonte: quotidiano locale La Provence.

A causa della minaccia alla sicurezza, la polizia ha chiamato rinforzi. Gli equipaggi della Security and Intervention Company (CSI) e della Anti-Crime Brigade (BAC) sono arrivati ​​prontamente sulla scena e hanno impedito l’escalation violenta della situazione.

Grazie agli agenti della sicurezza, l’area circostante la stazione di polizia è stata rapidamente messa in sicurezza e gli aggressori codardi si sono ritirati.

Il gruppo di estremisti di sinistra e i “giovani immigrati” si erano inizialmente presentati alla stazione per chiedere il rilascio di un paio di ladri che erano in custodia della polizia dalla sera precedente. Un terzo individuo, di 19 anni, che aveva tentato di rapinare lo stesso negozio, è stato ucciso dalla polizia dopo che il rapinatore aveva estratto la sua arma e l’aveva puntata contro le forze dell’rdine.

Nelle condizioni specificate dalle indagini, un ufficiale di polizia ha aperto il fuoco più volte dopo essere stato minacciato da uno dei criminali armati di un fucile“, ha affermato l’accusa.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento