World News

Migrante afghano condannato per tre aggressioni sessuali rimane in Francia

Migrante afghano condannato per tre aggressioni sessuali rimane in Francia

Francia

Nonostante sia stato condannato per aver aggredito sessualmente tre persone, tra cui una ragazza di 14 anni, un 18enne migrante dall’Afghanistan non sarà espulso dalla Francia.

Secondo un rapporto de La Republique de Seine et Marne, il Tribunale penale di Fontainebleau ha dichiarato il migrante afgano colpevole di violenza sessuale all’inizio di questa settimana, dopo che era stato arrestato qualche giorno prima per gli attacchi sessuali che si sono verificate in un arco di tempo di quattro giorni tra il 16 e il 19 giugno nel parco del castello di Fontainebleau.

L’afghano ha assalito le donne e ha chiesto favori sessuali mentre le toccava sessualmente.

L’attacco sessula sulla ragazza di 14 anni è particolarmente inquietante. L’afghano è segnalato per aver toccato i suoi organi sessuali e altre parti del suo corpo con la bocca dopo averla assalita.

Dopo essere state aggredite, le vittime dell’ afghano sono fuggite dal parco e hanno contattato la polizia.

La polizia francese è stata in grado di rintracciare il predatore sessuale dopo aver messo il parco sotto sorveglianza. Nonostante negasse con veemenza i suoi crimini disgustosi, due delle vittime dell’ afghano sono state in grado di identificarlo.

Dopo essere stato emesso il verdetto di colpevolezza da un tribunale francese, il migrante è stato condannato a un misero anno di carcere, senza ordine di espulsione, nonostante la richiesta del pubblico ministero di due anni di carcere seguiti da un divieto di ingresso di cinque anni per la Francia .

 

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento