Islam / Migranti

MIGRANTE BEN NOTO ALLA POLIZIA SPINGE UNA DONNA TEDESCA SULLE ROTAIE

MIGRANTE BEN NOTO ALLA POLIZIA SPINGE UNA DONNA TEDESCA SULLE ROTAIE

Un latitante nigeriano ha spinto una donna tedesca di 60 anni sui binari del treno. Il nigeriano ha cercato di sfuggire all’arresto ma è stato catturato dalla polizia federale.

Le politiche migratorie aperte della cancelliera tedesca Angela Merkel continuano ad avere effetti pericolosi e spesso mortali sui cittadini tedeschi. Queste stesse politiche globalost saranno presto implementate sotto l’amministrazione di sinistra di Joe Biden.

Mentre fuggiva dai controllori della stazione ferroviaria regionale dell’aeroporto di Francoforte, un nigeriano di 46 anni, noto alla polizia, ha spinto una viaggiatrice non coinvolta sui binari ferroviari. . Gli investigatori della polizia federale hanno inseguito l’autore e lo hanno arrestato poco dopo davanti al Terminal.

Secondo quanto reso noto dalle forze dell’ordine, la donna tedesca di 60 anni si è ferita alla testa, ha perso conoscenza per un breve periodo e ha dovuto riorrere alle cure mediche.

Una squadra di ispezione della Deutsche Bahn AG (compagnia ferroviaria) ha trovato per la prima volta l’uomo sul treno S9 da Wiesbaden a Hanau. Poiché non poteva mostrare un biglietto valido, gli ispettori dell’aeroporto di Francoforte gli hanno impedito di continuare il suo viaggio.

Dopo aver lasciato la S-Bahn (Treno), l’uomo ha spintonato un dipendente della squadra ispettiva ed è fuggito sopra la banchina e le scale in direzione dell’area del terminal.

Per rallentare la polizia, ha spinto spietatamente una viaggiatrice facendola cadere a testa in giù sui binari.

Fortunatamente, in quel momento non è arrivato alcun treno, quindi gli ispettori sono riusciti a salvare immediatamente la donna e a chiamare i servizi di emergenza.

Gli investigatori civili della Polizia Federale hanno quindi continuato l’inseguimento, e infine hanno arrestato il nigeriano davanti al Terminal 1.

Il migrante è ora accusato di aggressione e uso fraudolento di servizi pubblici. Essendo ricercato dalla polizia con l’accusa di estorsione e rapina, il migrante è stato consegnato alla Polizia di Stato d’Assia.

Come gè riportato in precedenza, il primo ministro ungherese Viktor Orbán ha detto nel suo discorso annuale sullo “stato della nazione”, che entro il 2050, il venti per cento della popolazione europea sarà musulmana a causa della ricerca del multiculturalismo e della migrazione di massa da parte dell’Europa occidentale.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento