Migranti / World News

Migrante iracheno picchia a morte una donna tedesca di 92 anni

Migrante iracheno picchia a morte una donna tedesca di 92 anni

La polizia di Marktredwitz, nell’est della Germania, ha arrestato un 17enne iracheno per un un violento attacco alla pensionata di 92 anni che è morta per le ferite riportate. Come annunciato dal pubblico ministero, il migrante è in custodia con l’accusa di omicidio colposo. Fonte: la polizia tedesca.

Domenica mattina, il dipendente di un servizio di assistenza ha trovato l’anziana donna senza vita nella sua casa di famiglia. Dal momento che la polizia non poteva escludere un omicidio, gli investigatori hanno preso in consegna l’indagine.

Un testimone ha detto alla polizia di aver visto un uomo scappare dall’abitazione della vittima sabato sera. La sua descrizione ha portato gli inquirenti all’iracheno, che la polizia aveva fermato la stessa sera in cui è avvenuto l’omicidio, mentre urlava nella zona residenziale.

Si è scoperto che il 17enne, nato in Germania ma con cittadinanza irachena, palesemente drogato aveva danneggiato diverse auto. Poiché era leggermente ferito, è stato portato in ospedale.

Dopo ulteriori indagini sulla morte della pensionata sono stati confermati i sospetti contro l’iracheno, il pubblico ministero ha ordinato alla polizia di arrestarlo e poi lo ha accusato di omicidio colposo.

L’autopsia della 92enne ha mostrato che la vittima era morta a causa di gravi ferite alla testa.

Ci sono stati un certo numero di casi di migranti che hanno ucciso anziani nel corso dell’anno, mae non hanno attirato tanta attenzione dai media locali. Anche gli omicidi di giovani ragazze, come Mia Valentin o Susanna Feldman, sono fattori nei tassi complessivi di omicidi di migranti residenti in Germania.

Quest’anno, un anziano tedesco è stato picchiato e ridotto in coma da un rifugiato somalo, l’uomo è morto da solo dopo 11 mesi dal pestaggio. La sua famiglia non è stata in grado di visitarlo durante i suoi ultimi giorni in ospedale a causa di restrizioni coronavirus.

L’anno scorso, Patricia H., 61 anni, volontaria di un centro profughi di Hannover che ha dato lezioni di tedesco ai richiedenti asilo, è stata uccisa dopo essere stata soffocata con del nastro adesivo. Faried A., un richiedente asilo di 32 anni la cui domanda di asilo era stata respinta, è stato accusato dai pubblici ministeri di averla ucciso per sottrarle i soldi.

Nello stesso anno, la polizia ha detto che erika 79enne è stata uccisa mentre tornava dalla chiesa da Oleh T., un richiedente asilo noto per il suo comportamento aggressivo a cui è stato ordinato di lasciare il paese più volte.
A quanto pare Erika H. aveva un legame con l’uomo a cui dava soldi e cibo. Secondo quanto riferito, ha fatto irruzione in casa sua per rapinarla, Fonte: Bild.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento