Islam / World News

Migranti nordafricani spacciano droga fuori dal centro d’accoglienza

Migranti nordafricani spacciano droga fuori dal centro d’accoglienza

Le forze di polizia italiane hanno fatto irruzione in un centro di accoglienza di migranti e hanno scoperto che almeno sei migranti nordafricani utilizzano il centro come base per vendere droga.

I raid, dal nome ‘Operazione Capolinea‘, ha avuto luogo Mercoledì a Licata, una città portuale nella provincia di Agrigento.

Durante i controlli la polizia ha arrestato sei giovani uomini – tutti con un background del Nord Africa.

L’inchiesta è stata avviata dopo che alcuni genitori prreoccupati dal numero di spacciatori che vendevano il loro veleno davanti alle scuole dei propri figli impunemente hanno all’ertato le forze dell’ordine..

Il lavoro di investigazione della polizia ha evidenziato come l’attività criminale era organizzta nel terminal degli autobus che da Palermo portano al centro d’accoglienza di Licata

La procura italiana sostiene che i migranti e il grossista locale di droga facevano fino a 500.000 euro al mese con la vendita della droga.

Il ministro degli interni Matteo Salvini ha lodato il raid della polizia dicendo: “Grazie alle forze dell’ordine e agli investigatori impegnati nella lotta contro la droga, la criminalità e il business dell’immigrazione. Il divertimento è finito.”

Gli arresti di Licata di questa settimana arrivano solo poche settimane dopo che la polizia a Roma ha arrestato una banda di spacciatori africani che stavano usando una chiesa locale nella zona di Torre Angela come base per vendere l’eroina.

Durante tale operazione, cinque migranti africani sono stati arrestati. e circa un chilogrammo di eroina ritrovato e distrutto.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento