Islam / World News

Militante di al-Shabaab ha usato i suoi 2 bambini come scudo umano

Militante di al-Shabaab ha usato i suoi 2 bambini come scudo umano

Gli agenti di polizia hanno ucciso un militante di al-Shabaab sabato mattina presto nella sua casa di Diani.

Sono stati uccisi anche i due figli del militante usati come scudo umano.

Secondo un rapporto della polizia, il militante si è rifiutato di arrendersi, anzi lanciò una granata contro gli agenti ferendone uno.

Fu allora che gli agenti aprirono il fuoco, uccidendo il militante e i suoi due figli.

Sua moglie e gli altri tre figli stanno ricevendo cure mediche dopo aver subito lesioni dovute allo scoppio della granata.

Un militante di al-Shabaab Saidi Chitswa alias Ninja che è in custodia della polizia ha portato la polizia a casa del militante morto dopo aver riferito che c’era un piano per attaccare una stazione di polizia.

Questo avviene appena due settimane dopo che cinque militanti di al-Shabaab sono stati uccisi dopo che i soldati delle Forze di Difesa del Kenya (KDF) hanno sventato un attacco alle forze di sicurezza somale (SSF) di stanza a Bilis Qooqani.

Secondo una dichiarazione del Ministero della Difesa, quasi 20 militanti di Al-Shabaab avevano attaccato la stazione SSF da tre direzioni diverse intorno alle 12:30.

Un’unità KDF che opera sotto l’AMISOM e di stanza nella zona, tuttavia, ha inviato un plotone speciale di soldati per assistere i loro omologhi somali.

“Dopo la sparatoria, le truppe del KDF avevano ucciso 5 terroristi al Shabaab, hanno anche recuperato 5 fucili AK47 e diversi pacchi di munizioni”, si legge nella dichiarazione.

“KDF continuerà a lavorare a stretto contatto con SSF a sostegno delle operazioni per ripristinare la pace e ridurre la minaccia posta da Al-Shabaab. Inoltre, KDF continuerà a costruire capacità di SSF e ad aiutarli nella stabilizzazione, nella riconciliazione e nella costruzione della pace in Somalia.”

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento