Islam / Politica / World News

Musulmani e i loro sostenitori di sinistra in Germania celebrano l’odio della cattedrale di Nantes

Musulmani e i loro sostenitori di sinistra in Germania celebrano l’odio della cattedrale di Nantes

Dopo l’incendio della cattedrale di ieri a Nantes, c’è stata un’ulteriore fonte di vessazioni nelle colonne di commento delle piattaforme di social media, in particolare di Facebook, fin dagli omicidi di Charlie Hebdo: le persone musulmane, per lo più di origine araba, e i loro sostenitori di sinistra nell’Europa centrale stanno esprimendo la loro eccitazione e la loro gioia maligna in rete.

Ieri sera, anche sulle pagine Facebook delle emittenti pubbliche, i simpatizzanti dell’islamizzazione hanno celebrato senza mezzi termini la loro soddisfazione – ed hanno espresso quello che pensano sul bruciare i luoghi di culto cristiani e della disgregazione della “Leitkultur” europea (cultura guida) attraverso clic di faccine sorridenti e “Mi piace” :

Facebook, Twitter e YouTube in genre non cancellano o bloccano gli utenti che posatno questo tipo di espressione di odio, (mentre masse di commenti vengono eliminati come “discorso d’odio”, perchè sospettano una connessione non troppo distante tra il recente incendio e l’islamizzazione).

L’uso di emoticon altrettanto sarcastiche è noto in altre occasioni: Ad esempio, notizie di attacchi palestinesi contro Israele, di coloni israeliani o di soldati IDF uccisi, di attacchi terroristici dell’IS o di curdi uccisi da jihadisti o soldati turchi.
Anche qui, musulmani e/o nazionalisti turchi hanno facoltativamente mostrato il loro profondo disprezzo per l’umanità – attraverso Mi piace e sorrisi allegri, senza che i team che controllano i post nei social media intervenirre a bloccare gli uemti o a oscurare i commenti/post per “incitamento all’odio”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento