Italia / Politica

Nasce il partito degli immigrati

"Lotteremo per l'approvazione dello ius soli"

Nasce il partito degli immigrati

“lottano contro l’intolleranza, il razzismo e tutte le altre forme di discriminazioni, promuovendo la consapevolezza del razzismo, dei rischi dell’essere razzisti e di come difendersi dai razzisti”. E’ questo l’obiettivo numero uno di Cara Italia, la compagine che promette di battersi per “i diritti di tutti, specialmente degli immigrati”.

“Cara Italia” Partito fondato dal giornalista kenyota Stephen Ogongo, caporedattore di ben dieci testate del gruppo “Stranieri in Italia”, a breve si doterà di uno statuto per partecipare alle prossime elezioni nazionali e amministrative, a cominciare da quelle di Roma.
Ogongo promette così di “dare voce a chi non ce l’ha, ai tanti delusi della mancata riforma della Bossi-Fini, dello ius soli e delle politiche razziste dell’attuale maggioranza”.
Repetita iuvant, dunque perché non insistere: “Ho scelto di essere contro chi promuove il razzismo”, spiega il leader di Cara Italia.
Secondo Ogongo l’attuale governo non fa altro che promuovere politiche a scapito degli immigrati.
Ed è il dl Sicurezza il nemico numero uno del suo partito in fieri: “Cara Italia agisce contro il decreto sicurezza”.
“Gli avvocati immigrazionisti amici di Cara Italia insieme ai nostri attivisti stanno studiando una strategia POLITICA per agire contro questa norma ingiusta che colpisce un sacco di persone”.
Il nostro sogno ? (dice Ogongo)
“Il giorno in cui il Parlamento sarà pieno di parlamentari Italiani di tutte le origini”.
O addirittura “un italiano d’origine indiana” che diventi “presidente della Repubblica”.
Nel frattempo però, per contrastare “l’ondata razzista che sta attraversando il Paese” , il partito degli immigrati assicura che porterà avanti “una lotta senza quartiere per i diritti ed uno spazio politico per gli immigrati, i nuovi cittadini e gli immigrati della seconda generazione”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento