Islam

Nigeria: Boko Haram ha ucciso 11 persone la Vigilia di Natale

Nigeria: Boko Haram ha ucciso 11 persone la Vigilia di Natale

Il numero dei morti potrebbe aumentare. Gli abitanti del villaggio sono fuggiti nella boscaglia durante l’attacco e alcune persone sono ancora disperse.

KANO: I jihadisti di Boko Haram hanno ucciso almeno 11 persone, bruciato una chiesa e sequestrato un prete la vigilia di Natale nel nord-est della Nigeria. Fonte: AFP

Le agenzie di sicurezza avevano avvertito nei giorni scorsi di un aumento del rischio di attacchi durante le festività natalizie.

I terroristi su camion e motociclette hanno preso d’assalto Pemi, un villaggio prevalentemente cristiano nello stato di Borno giovedì, sparando “indiscriminatamente” e dando fuoco agli edifici, ha detto Abwaku Kabu, un leader della milizia.

In molte parti della Nigeria, le comunità hanno fatto ricorso a vigilantes armati o milizie, che lavorano a fianco dell’esercito, per difendersi.

“I terroristi hanno ucciso sette persone, bruciato 10 case e saccheggiato forniture alimentari che dovevano essere distribuite ai residenti per festeggiare il Natale”.

“Altri quattro cadaveri sono stati trovati nei cespugli vicini da volontari di ricerca e soccorso”, ha detto venerdì il leader della comunità locale Ayuba Alamson. “Questo ha portato il bilancio delle vittime a 11.”

Il numero di morti potrebbe aumentare considerato che gli abitanti del villaggio sono fuggiti nella boscaglia e alcuni di loro risultano ancora dispersi.

Gli assalitori, che provenienti dalla vicina enclave forestale di Sambisa, hanno saccheggiato le forniture mediche da un ospedale prima di incendiarlo, ha detto il leader della milizia, aggiungendo che hanno bruciato una chiesa e rapito un prete.

Il villaggio si trova a soli 20 chilometri (12 miglia) da Chibok, dove Boko Haram ha rapito più di 200 studentesse sei anni fa.

In un raid separato avvenuto giovedì, uomini armati hanno attaccato un’altra comunità cristiana a Garkida, nel vicino stato di Adamawa, saccheggiando depositi e forniture alimentari prima di incendiare le case, hanno detto i residenti all’AFP.

Non ci sono state segnalazioni di vittime.

All’inizio di questa settimana l’agenzia di sicurezza nigeriana aveva chiesto ai nigeriani “di essere più vigili e segnalare strani movimenti”.

Il presidente Muhammadu Buhari in una dichiarazione fatta giovedì “ha ribadito la promessa della sua amministrazione di rimanere irremovibile nell’affrontare l’insurrezione di Boko Haram e altre forme di criminalità”.

Il 78enne presidente ha esortato i cittadini a fornire “informazioni sulle attività di banditi armati, insorti e altri elementi criminali all’interno delle loro comunità al fine di porre fine a questa piaga”.

Il conflitto decennale nel nord-est della Nigeria ha ucciso 36.000 persone e sfollato circa due milioni di abitanti dalle loro case, secondo le Nazioni Unite.

La violenza si è diffusa nei vicini Niger, Ciad e Camerun, spingendo i paesi regionali a formare una coalizione militare per combattere i gruppi jihadisti.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento