Islam / Migranti / World News

Non portare il cane con te quando vai dal rifugiato

Non portare il cane con te quando vai dal rifugiato

La Chiesa protestante tedesca promuove una “migliore cultura di accoglienza”

La Chiesa protestante di Wuerttemberg vuole essere “preparata per i rifugiati”, lo ha più volte detto il vescovo Frank Otfried July.

Ma come funziona in pratica?

I membri dell’Associazione per la Missione Mondiale (WAW) hanno riflettuto su questo e hanno pubblicato un libro di oltre 200 pagine (“Sono stato un estraneo. Missione tra le cause della fuga e la cultura dell’accoglienza”) per la vita quotidiana della chiesa.

Il libro conclude con consigli culturali per quando si passa del tempo con persone provenienti da paesi orientali per la prima volta:

“Lasciate il vostro cane a casa, il cane è considerato impuro in molte culture”

“Non si deve mai contraddire direttamente la controparte, ma indirettamente è una questione d’onore”

“Il contatto fisico – tra cui stringere la mano – con persone del sesso opposto è considerato tabù da alcune persone”, e anche qui, secondo gli autori, è consigliabile una certa moderazione.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento