Islam / World News

Nove cristiani rapiti durante gli attacchi armati contro due scuole nel nord della Nigeria

Nove cristiani rapiti durante gli attacchi armati contro due scuole nel nord della Nigeria

Poco dopo mezzanotte, uomini armati sono entrati in un collegio cristiano in una zona remota dello stato di Kaduna. Gli aggressori hanno catturato il vice preside della scuola, la matrona e sei studentesse. La polizia ha dichiarato che “si sta facendo tutto il possibile per garantire il rilascio di tutte le vittime senza danni“.

In un secondo attacco, 20 uomini armati hanno fatto irruzione in una scuola tecnica governativa nel distretto prevalentemente cristiano di Kajura e hanno rapito il preside della scuola, lui stesso un cristiano. La polizia ha affermato che il loro intervento ha impedito agli aggressori di accedere alla residenza degli studenti nella scuola.

L’Associazione Cristiana della Nigeria (CAN) ha condannato il rapimento delle scolarette e del personale e ha avvertito del crescente rischio di incidenti di questo tipo nella regione. Il leader cristiano locale John Hayab, presidente della CAN, ha esortato le istituzioni accademiche a rafforzare le misure di sicurezza.

Il 14 aprile 2014, il gruppo estremista islamista Boko Haram ha rapito 276 studentesse principalmente cristiane da Chibok nel nord-est della Nigeria. Circa 160 studentesse sono successivamente fuggite, salvate o rilasciate. Le ragazze hanno riferito di essere state frustate dai loro rapitori islamisti per costringerle al matrimonio, mentre un gruppo di ragazze cristiane ha subito una finta “esecuzione” per aver rifiutato di convertirsi all’Islam.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento