Islam / World News

Nuova scelta di carriera per gli stuenti Iraniani: il “terrorista suicida

Nuova scelta di carriera per gli stuenti Iraniani:  il “terrorista suicida

Agli studenti dell’Università islamica di Azad in Iran viene offerta una nuova scelta di carriera: il terrorista suicida.

Nell’influente scuola vengono distribuiti volantini che sollecitano gli studenti a iscriversi alle missioni della Jihad contro gli Stati Uniti e Israele per vendicare la morte del generale iraniano Qassem Soleimani.

Registrazione per i volontari a commettere un attacco suicida contro gli Stati Uniti e Israele“, si legge nei volantini. “La vendetta dura è in corso per quei criminali che hanno ucciso Qassem Soleimani.”

Il volantino, che afferma di citare le parole del leader supremo iraniano Ayatollah Ali Khamenei, porta ulteriori messaggi di incoraggiamento, tra cui “uccidi tutti gli infedeli“.

A tutti coloro che desiderano fare volontariato per la missione viene chiesto di lasciare il proprio nome e cognome, numero del certificato di nascita, livello di istruzione, occupazione attuale, numero di telefono e compilare un’area contrassegnata con “descrivici i tuoi talenti“.

La notizia della ricerca jihadista è stata riportata dai media iraniani. Il volantino è stato ripubblicato integralmente sul sito web dell’agenzia di stampa iraniana Etedaal e da altre fonti di notizie iraniane.

Una traduzione dell’invito all’azione di Farsi è stata fornita a The Post dal dissidente iraniano fuggito Amir-Abbas Fakhravar. Fakhravar un attivista filodemocratico di lunga data che attualmente ricopre il ruolo di presidente del Congresso nazionale iraniano, un quasi-governo in esilio attualmente operato da Washington DC. È anche professore aggiunto nel sistema universitario statale del Texas.

Secondo rapporti dei media in Iran, i moduli venivano distribuiti dalle celle studentesche di Basij, il braccio della milizia della guardia rivoluzionaria iraniana.

Questo ufficio è un po ‘come la gestapo per il regime. Non sono completamente sul libro paga del regime, ma il regime li paga per i loro progetti. Quando c’è una protesta da qualche parte, servono per reprimere le persone e poi vengono pagati“, ha detto Fakhravar a The Post.

Quando frequentavo la scuola di medicina in Iran, ho avuto una grande battaglia con l’ufficio di Basij. Alla fine sono stato accusato di aver insultato il Capo Supremo . Per decenni hanno reclutato attacchi terroristici per questo tipo di cose“.

Il comandante di Basij, il generale di brigata Gholamreza Soleimani (nessuna relazione con Qassem) è stato nominato al suo posto direttamente dall’ayatollah Khamenei, legando le unità di reclutamento direttamente alla massima leadership del regime iraniano.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento