Migranti / World News

ONG tedesche: Contrabbando di migranti in Grecia, decine di arresti

ONG tedesche: Contrabbando di migranti in Grecia, decine di arresti

Le autorità greche sospettano che quattro organizzazioni della società civile tedesca lavorino con i trafficanti turchi per assistere i migranti illegali nell’evitare pattuglie marittime e sbarcare sulle isole greche.

La scorsa settimana è stato effettuato l’arresto di 35 attivisti delle ONG e adesso stanno emergendo nuovi dettagli sul caso.

Secondo il portale greco Proto Thema, quattro ONG pro-migranti con sede in Germania, Norvegia e Austria.

Le ONG :
Mare Liberum,
Sea Watch,
FFM Josoor International Solidarity

sono state oggetto di un’indagine di polizia su larga scala. Le loro navi operano nelle vicinanze di Lesbo, una delle destinazioni più popolari per i migranti illegali dall’inizio della crisi dei rifugiati nel 2015.

Ufficialmente, le organizzazioni mirano a salvare i migranti in difficoltà durante il loro viaggio in mare, tuttavia, sia la Grecia che l’Italia accusano queste organizzazioni di agire come un “servizio taxi” che lavora con i contrabbandieri che raccolgono i migranti in luoghi concordati.

Molti migranti illegali che arrivano in Turchia tentano di raggiungere la Grecia e l’UE attraverso il Mediterraneo orientale, e mentre le autorità greche stanno facendo tutto il possibile per fermarli, molti migranti entrano con successo nell’UE.

Secondo l’agenzia di stampa polacca Niezalezna, le autorità greche accusano le ONG tedesche di spiare le pattuglie governative in mare, pattuglie di frontiera e l’agenzia di controllo delle frontiere dell’UE Frontex.

I pubblici ministeri sostengono che i membri di queste ONG stanno mettendo sotto sorveglianza i servizi di polizia per ascoltare le comunicazioni e poi trasmettere le informazioni ai contrabbandieri turchi per aiutarli a eludere le pattuglie marittime. Gli attivisti stanno anche aiutando le navi a eludere le pattuglie di frontiera consigliandole sui posti migliori per sbarcare.

Le autorità ritengono che questi attivisti hanno ottenuto l’accesso a siti web governativi turchi chiusi e comunicazioni con codici di accesso rubati, e hanno usato queste informazioni per aiutare i contrabbandieri.

Operazione sotto copertura della polizia greca

Secondo i media greci, l’indagine è in corso da mesi. Le autorità avevano scoperto una serie di mappe sulla nave Mare Liberum su cui sono segnati i punti di partenza dalla Turchia e i siti di sbarco a Lesbo.

Le forze dell’ordine greche hanno anche effettuato indagini sotto copertura all’interno della Turchia. Gli agenti, spacciandosi per migranti illegali, sono venuti in contatto con le ONG e hanno scoperto che stanno lavorando direttamente con i trafficanti.

Le indagini dei greci hanno permesso alle autorità di presentare 35 accuse contro i dipendenti di queste ONG. Sono accusati di aver assistito almeno 32 attraversamenti illegali delle frontiere che hanno portato all’arrivo di 3.000 migranti illegali.

I greci vogliono anche scoprire il modo in cui queste organizzazioni sono finanziate per scoprire se ci sono finanziamenti da parte dei contrabbandieri turchi. Per essere determinati, avranno bisogno dell’assistenza della Germania, che è il luogo in cui queste ONG sono registrate.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento