Politica / World News

Orbán: Non un solo immigrato musulmano in Ungheria

Orbán: Non un solo immigrato musulmano in Ungheria

Il primo ministro ungherese Viktor Orbán, nel corso di una tavola rotonda in occasione della conferenza nazionale a Roma , ha dichiarato che non accetterà nenache un singolo immigrato musulmano in Ungheria.

Durante la conferenza, che è stata organizzata dalla Fondazione Edmund Burke, Orbán ha dicoiarato che il liberalismo è finito, e che un nuovo governo sotto forma di democrazia “cristiana è necessario per sostituirlo.

Il premier ungherese ha evidenziato due errori catastrofici dei governi occidentali liberali nel recente passato: la cattiva gestione della crisi finanziaria globale del 2008 e l’ attuale cattiva gestione della crisi dei migranti in atto.

Orbán ha anche osservato forti differenze tra la politica di migrazione dell’Ungheria rispetto alle politiche abbracciate dai paesi dell’Europa occidentale.

Menzionando la crescente popolazione musulmana europea, che ha coinciso con il rapido declino della popolazione cristiana, Orbán ha dichiarato: “Secondo i liberali, tutto questo va bene, la loro è una scelta suicida , ma costringere l’europa centrale a seguire le loro orme è del tutto inaccettabile.

Il risultato sarà un nuovo tipo di società, quella preferita dai liberali in Europa, credono che una società che è religiosamente ed etnicamente mista porterà a una vita migliore”, ha osservato Orbán.

Io non voglio dire all’Europa che tipo di composizione sociale dovrebbe avere, ma non devono dire all’Ungheria come affrontare la questione”, ha aggiunto il primo ministro ungherese.

Durante la sua permanenza a Roma, Orbán ha incontrato Matteo Salvini, l’ex ministro degli Interni d’Italia , il primo ministro Giuseppe Conte, Giorgia Meloni, il leader del partito dei Fratelli d’Italia, così come l’ex primo ministro d’Italia e leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento