World News

Paesi Bassi: Migrante clandestino accoltella una donna al collo

Paesi Bassi: Migrante clandestino accoltella una donna al collo

La polizia olandese mercoledì ha arrestato un migrante di 24 anni per aver accoltellato una donna al collo mentre era sul suo scooter per strada a Vlaardigen.

Erano le 8 del mattino quando la polizia è stata allertata per l’aggressione.. Sfortunatamente, una volta che la polizia è arrivata sulla scena del crimine, il migrante era sparito. Secondo la polizia, la vittima è stata immediatamente trattata dai servizi di emergenza per lesioni “superficiali” ma non è stato necessario il ricovero in ospedale. Fonte: De Telegraaf .

Prima dell’aggressione, in migrante senza residenza permanente e la vittima non si erano mai incontrati.

I filmati di sorveglianza ottenuti dalla polizia hanno mostrato che il migrante era in agguato in un quartiere non lontano da dove l’aggressione aveva avuto luogo.
Intorno alle 7 del mattino il migrante è stato riprese mentre passeva in una zona residenziale dove ha suonato i campanelli di diverse abitazioni.

Una volta che la polizia è stata in grado di identificare l’aggressore, è stata lanciata una caccia all’uomo. Poco dopo, il migrante è stato rintracciato e arrestato. Al momento, non è ancora chiaro perché il migrante abbia deciso di aggredire la vittima. È possibile che non stia “mentalmente bene”.

Secondo un rapporto del Ministero della Giustizia e della Sicurezza, il numero di crimini commessi dai richiedenti asilo nei Paesi Bassi nel 2019 è aumentato drasticamente, salendo di quasi il 30% rispetto all’anno precedente. Incidenti di risse, atti dolosi e scioperi della fame nei centri di asilo sono aumentati in maniera esponenzialeo nel 2019.

Gli atti di violenza casuali contro i passanti sono diventati incredibilmente comuni nei Paesi Bassi. Nel mese di aprile, un ragazzo olandese di 18 anni è stato accoltellato a morte da un richiedente asilo sudanese mentre andava in bicicletta per lavorare nel comune di Oss. I due non si erano mai incontrati prima dell’incidente.

Meno di una settimana prima, una madre e il suo bambino sono stati costretti a sottoporsi a una quarantena obbligatoria di 14 giorni dopo che sono stati sputati da una coppia di uomini stranieri nel comune di Enkhuizen.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento