Islam / World News

Pakistan: Il cognato di Asia Bibi trovato con la gola tagliata

Pakistan:  Il cognato di Asia Bibi  trovato con la gola tagliata

Sheikhupura (Pakistan):
Younus, il cognato di Asia Bibi, una donna cristiana pakistana che ha trascorso anni in prigione prima della sua assoluzione, è stata ucciso nella città di Sheikhupura nella provincia del Punjab in Pakistan lunedì.

Secondo il FIR, Younus era andato nelle sua fattoria il 24 maggio e non ha fatto ritorno a casa la sera. Il suo corpo con la gola tagliata è stato rinvenuto nella fattoria la mattina seguente.

Nel 2011, Salman Taseer, l’influente governatore del Punjab, è stato assassinato dopo aver fatto appello per la grazia di Asia Bibi, che era stato condannata a morte per aver insultato il Profeta Maometto.

Un mese dopo l’uccisione di Taseer, il ministro delle minoranze religiose Shahbaz Bhatti, un cristiano che si è scagliato contro le leggi islamiche, è stato ucciso a Islamabad, sottolineando la minaccia di chi critica la legge islamica.

Asia Bibi vive ora in esilio dopo che la Corte Suprema del Pakistan l’ha assolta sulla base di prove insufficienti nell’ottobre 2018.

Raccontando le condizioni infernali di otto anni trascorsi nel braccio della morte con l’accusa di blasfemia, Asia Bibi ha recentemente rotto il suo silenzio per dare la prima visione personale di un calvario che ha causato indignazione internazionale.

La giornalista francese Anne-Isabelle Tollet, ha co-scritto una biografia insieme ad Asia Bibi in cui tra le altre cose si legge:

“Conosci già la mia storia attraverso i media ma tu sei ben lungi dal comprendere la mia vita quotidiana in prigione o la mia nuova vita”

“Sono diventata prigioniera del fanatismo in prigione le lacrime erano gli unici compagni della cella”.

Le leggi pakistane sulla blasfemia comportano una potenziale condanna a morte per chiunque insulti l’Islam. Queste leggi, in effetti, vengono usate per perseguitare le fedi minoritarie e colpire ingiustamente le minoranze.

Nessun governo pakistano ha apportato modifiche alla legge sulla blasfemia a causa dei timori di contraccolpi.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento