Islam / Migranti / Politica / World News

Pakistano accoltella un tedesco per evitare la deportazione

Pakistano accoltella un tedesco per evitare la deportazione

Il giovane 19enne nativo, Ralf P. è stato fortunato. Un’operazione d’emergenza gli ha salvato la vita.

Un perfetto sconosciuto gli ha spinto un coltello da cucina nella schiena nel tram. L’autore è un pakistano noto alla polizia.

Il mélange quotidiano di violenza e follia che gli abitanti della Germania devono sopportare è inimmaginabile quando si ricorda il paese ordinato, pulito e ospitale del passato.

Mercoledì mattina a Cottbus, un 19enne ha quasi pagato con la vita il fatto di aver preso il tram. Improvvisamente uno sconosciuto dalla pelle scura si è avvicinato a lui da dietro, con un turbante nero sulla testa e un coltello in mano.
Lo ha colpito nella schiena, ha fattu una risata ed è sceso dalla carrozza.

L’adolescente gravemente ferito barcollando con la sue ultime forze ha chiesto aiuto al conducente, che ha allertato i servizi di emergenza.

Ralf P. è stato portato in ospedale, dove i medici gli hanno salvato la vita con un’operazione di emergenza. La sua vita era stata in grave pericolo. Il migrantye clandestino pakistano è stato arrestato solo poche ore dopo il crimine.

La polizia lo ha arrestato nel suo appartamento. Abdulsalam R. (29 anni) è stato identificato dopo aver controllato i video di sorveglianza dal tram.

Il pakistano era già noto alla polizia per aggressione pericolosa, comportamento minaccioso e furto con scasso. Per quanto riguarda il suo movente, il pakistano ha detto che voleva ferire o uccidere una persona scelta a caso al fine di garantire il suo soggiorno continuo in Germania. Così non sarebbe stato espulso.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento