Islam / Migranti / Opinioni / Politica

Papa Francesco è “nemico dell’Europa”, dice il filosofo francese

Papa Francesco è “nemico dell’Europa”, dice il filosofo francese

In una mossa calcolata, Papa Francesco sta sacrificando l’Europa in una scelta geostrategica, ha detto il filosofo francese , Eric Emmour, sul canale televisivo francese CNews.

“Penso che abbia capito qualcosa che affliggeva i suoi predecessori, ed è che l’Europa sta de-cristianizzandosi a una velocità fenomenale. Quindi considera, come molte persone intorno a lui, che l’Europa senza cristianesimo sta per morire”, ha detto . “E che, in ogni caso, è meglio lasciarlo morire, o almeno è meglio lasciarlo agli altri. Soprattutto all’Islam.”

Nella sua ultima enciclica sulla fraternità e l’amicizia sociale, Fratelli Tutti (“Fratelli e Sorella Tutti”), pubblicata il 3 ottobre, il Papa sostiene l’immigrazione, il globalismo e il socialismo, che secondo lui, renderà il mondo un posto migliore. Papa Francesco ha detto che l’enciclica è stata ispirata dal Grande Imam Ahmed al-Tayyeb, che è menzionato numerose volte nel testo, il Grande Imam è uno studioso islamico che sostiene la pena di morte degli apostati contro l’Islam.

Il filosofo francese ha detto che i papi del passato erano più pragmatici e apprezzavano le identità nazionali che Papa Francesco (che ha recentemente approvato le unioni civili tra persone dello stesso sesso) ha abbandonato.

“Avevamo due grandi papi, Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI. Uno era polacco, l’altro tedesco, profondamente europei, profondamente radicati nelle loro identità nazionali che credevano nelle nazioni, che credevano in particolare nelle nazioni europee”, ha detto . “Quindi qui abbiamo un ragazzo che viene dal Sud America, che disprezza l’Europa, che ovviamente, per quanto ne so, odia la Francia. In particolare, disprezza l’Europa, e poi pronuncia un discorso universalista come un’organizzazione non governativa.”

La spiegazione del papa che abbandona l’Europa si trova in parte nel fatto che egli è sudamericano.

“Lui è sudamericani, come lei ha detto, c’è una vivace competizione all’interno della Chiesa cattolica” . “Sto dicendo che sta cercando paesi dove ci sono ancora cristiani.”

Emmour, che è ebreo, ha anche detto che, in considerazione del fatto che Papa Francesco ha “preso la parte dei nemici dell’Europa” e abbandonato dogma cristiano, i cristiani non dovrebbero più sentirsi obbligati a seguirlo. Ha anche detto che mentre i papi del passato avevano le loro colpe, erano ancora cattolici. L’attuale papa è un “papa post-cattolico”.

“[Papa Francesco] adotta un discorso di estrema sinistra, ma non è il cattolicesimo”, ha detto . “I cattolici non sono obbligati a obbedire al Papa se diventa politico. Devono obbedire al Papa, come ho detto prima, per il principio di sussidiarietà”, ha detto . Devono obbedire al papa per il dogma, ma questo non è dogma. Sta diventando politico. I cattolici non sono obbligati a obbedirgli.”

Per la questione dell’immigrazione, il Papa ritiene che il Papa abbia una scarsa comprensione della Bibbia:

“Ci spiega che ogni paese è anche un paese per stranieri. Questo rivela che egli non capisce assolutamente nulla del famoso testo dell’Antico Testamento, che dice: ‘Benvenuto lo straniero perché tu stesso sei stato straniero nella terra d’Egitto’. Si ripete anche nei Vangeli. Solo che il papa dimentica. che nell’Antico Testamento, come nel Nuovo, anche lo straniero che viene accolto se ne va. Rimane un paio di giorni. Questa è ospitalità. Non rimane e non porta la sua famiglia o fa venire la sua famiglia. Se ne va. Questo è il significato di: ‘Sei uno straniero nella terra d’Egitto. Ricordate ‘.

Papa Francesco sta distorcendo il significato e lo sta usando come pretesto per invitare persone provenienti da tutto il mondo a stabilirsi in Europa, questo distruggerà le identità del popolo europeo.

Eric Emmour è uno degli intellettuali francesi, uno dei più importanti intellettuali francesi, è l’autore de “Il suicidio francese” ed è noto per la sua forte opposizione contro la continua immigrazione in Francia. In una precedente intervista, ha paragonato l’immigrazione nel suo paese a uno “tsunami demografico” e ha detto di credere che le attuali politiche di immigrazione e l’integrazione siano fallite. Egli ha inoltre affermato a settembre che

“L’immigrazione cambia la composizione di un popolo. Si tratta di un crimine contro i popoli europei, finirà con uno spargimento di sangue”.

Il presidente francese Emmanuel Macron è preoccupato per la sua crescente popolarità, con il programma di notizie francese CNews.

Eric Emmour in precedenza ha lavorato per il canale francese RTL dal 2010 al 2019.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento