Migranti / World News

Parigi: Rivolte e aggressioni alla polizia dopo che un immigrato è stato investito da un treno.

Parigi: Rivolte e aggressioni alla polizia dopo che un immigrato è stato investito da un treno.

Le rivolte sono scoppiate nel sobborgo di Montigny-lès-Cormeilles a nord-ovest di Parigi mercoledì sera dopo che un uomo è stato investito da un treno. La gente del posto credeva fosse stato colpito mentre scappava dalla polizia, nonostante l’insistenza dei funzionari sul fatto che nessun agente fosse coinvolto.

L’uomo, 18 anni, è stato identificato solo come Kémyl. Era residente nel distretto Aubépines di Montigny-lès-Cormeilles. Era su uno scooter che attraversava una passerella pedonale attraverso i binari quando è stato colpito da un treno diretto a Parigi alle 18:45 di mercoledì, secondo un rapporto di Le Parisien. Il corpo dell’uomo è stato scagliato lateralmente mentre il suo scooter è stato finito sotto il treno ed è stato trascinato lungo i binari.

Il personale di emergenza, compresa la polizia, è stato immediatamente inviato sulla scena, e Kémyl è stato dichiarato morto. Il traffico lungo la linea è stato interrotto fino a mezzanotte. Molti residenti locali e parenti di Kémyl sono andati nella zona per vedere cosa era successo. Alcuni hanno iniziato ad accusare la polizia di aver causato l’incidente, nonostante il dipartimento di polizia locale – e persino testimoni oculari – sostenessero che nessun funzionario si trovava nelle vicinanze in quel momento,

Altri poliziotti sono stati mobilitati per la preoccupazione che le accuse potessero diventare violente.
E così è stato: rivolte e scontri con la polizia si sono verificati per tutta la notte. La polizia ha riferito che sette telecamere di sorveglianza sono state distrutte, così come dodici bidoni della spazzatura. I bidoni sono stati lanciati nelle stazioni di polizia e al municipio. Otto persone di età compresa tra i 16 e i 32 anni sono state arrestate e trattenute in custodia.

I residenti hanno detto che non credevano alle affermazioni di innocenza della polizia. “Crediamo solo [che la polizia fosse responsabile] perché questo genere di cose accadono tutto il tempo”, ha detto un residente locale a un giornalista.

Ci sono state rivolte nei sobborghi parigini all’inizio di questo mese dopo che un uomo su una motocicletta è stato ucciso in un incidente mentre fuggiva da blocco di controllo di routine.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento