Islam / Migranti

Più di 50 attacchi con coltello ogni giorno in Germania

Più di 50 attacchi con coltello ogni giorno in Germania

Le autorità di polizia tedesche hanno registrato circa 20.000 attacchi con coltello l’anno scorso. Questa è una media di oltre 50 attacchi al giorno, osserva Junge Freiheit. Il numero più alto di 5.411 è avvenuto nella Renania Settentrionale-Vestfalia, lo ha rivelato una domanda di Welt am Sonntag ai ministri degli interni degli stati federali.

Al secondo posto arriva Berlino, con 2.593 attacchi con coltello. mentre in Bassa Sassonia 2.377. Solo lo stato del Meclemburgo-Pomerania occidentale non ha fornito alcuna cifra. In totale, almeno 100 persone sono morte in tali incidenti.

Dieci dei sedici stati federali hanno anche fornito informazioni sul paese di origine dei perpetratori. Circa il 60,4% dei sospetti ha un passaporto tedesco, con background migratorio. Circa il 39,6% sono indiscutibilmente cittadini di altri paesi.

Secondo l’Ufficio federale di statistica, l’anno scorso gli stranieri costituivano il 12,5% della popolazione totale in Germania. Di conseguenza, sono rappresentati in modo sproporzionato nelle statistiche sugli attacchi con coltello in misura massiccia.

Tra i perpetratori, il 17,4% sono immigrati che soggiornano illegalmente nel paese o che hanno uno status di protezione. Secondo le informazioni provenienti da diversi stati federali, la maggior parte dei sospetti proviene dalla Siria.

All’inizio di novembre, un siriano ha accoltellato i passeggeri con un jackknife sul treno intercity tra Norimberga e Ratisbona, ferendo quattro persone, alcune delle quali in modo grave. Nella residenza dell’aggressore, arrivato in Germania nel 2014, la polizia ha poi trovato un video di propaganda dell’organizzazione terroristica dello Stato islamico. Le autorità non possono quindi escludere un movente islamista.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento