Islam / Migranti / Politica

Politicamente corretto: Maometto rimosso dall’Inferno di Dante con la nuova traduzione olandese

Politicamente corretto: Maometto rimosso dall’Inferno di Dante con la nuova traduzione olandese

Nei Paesi Bassi è in corso la pubblicazione di una nuova traduzione del tesoro letterario La Divina Commedia, scritto dal poeta e scrittore medievale italiano Dante Alighieri. Un traduttore belga ha curato la famosa opera affinchè possa essere “più amichevole e accessibile”, il che significa, tra le altre cose, che nella prima parte del libro, chiamata Inferno, ha rielaborato uno dei passaggi principali su Maometto e ha persino omesso il nome del profeta islamico.

Dante scrisse Inferno tra il 1304 e il 1307.

In un’intervista a Radio 1, che ha descritto la nuova traduzione olandese come “molto bella”, la traduttrice Lies Lavrijsen ha giustificato l’omissione del nome di Maometto dicendo che voleva che il capolavoro fosse disponibile per il pubblico più ampio possibile, specialmente per le giovani generazioni.

“Sapevamo che se avessimo lasciato questo passaggio così com’era, avremmo inutilmente ferito gran parte dei lettori”, ha detto difendendo la sua scelta.

Inoltre, secondo lei, la decisione è stata presa “durante il periodo di tensione in cui l’insegnante Samuel Paty è morto in Francia”. L’insegnante è stata decapitata nell’ottobre dello scorso anno, vicino Parigi, da un giovane ceceno musulmano.

Tuttavia, il passaggio censurato di Inferno è una parte cruciale dell’opera quando Dante stesso entra all’inferno e incontra molte figure storiche che sono state gettate lì “a causa dei loro peccati più o meno gravi”.

Mohammed appare nel Canto XVIII ed è stato punito per aver diffuso “la sua religione, che seminava conflitti sulla Terra”.

Secondo il traduttore, il “profeta musulmano” è descritto in modo particolarmente sprezzante.

In inglese, il verso dice: “Guarda com’è contorto e rotto Maometto! Prima di me cammina Ali, il suo volto spaccato dal mento alla corona, addolorato.

Secondo il quotidiano fiammingo De Standaard, alcuni traduttori olandesi trovano le modifiche strane, mentre altri citano una censura totale. Semplicemente non capiscono come questi passaggi possano essere cancellati.

Immagine del titolo: Calco in gesso del volto del poeta italiano Dante Alighieri insieme al suo certificato di autenticità conservato presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. (AP Photo/Francesco Bellini)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento