Islam / Migranti / Politica

Poliziotto di Bruxelles in borghese inseguito e picchiato da banda di ‘giovani’ dopo essere stato riconosciuto in strada

Poliziotto di Bruxelles in borghese inseguito e picchiato da banda di ‘giovani’ dopo essere stato riconosciuto in strada

“Gli agenti di polizia, come tutti gli altri, dovrebbero essere rispettati durante e dopo il servizio. Questi atti scandalosi danneggiano l’immagine di Bruxelles”, ha twittato il ministro dell’Interno Annelies Verlinden

Nell’ultimo segnale del deterioramento della situazione della sicurezza per la polizia e l’opinione pubblica belga, un poliziotto in abiti civili è stato aggredito da decine di “giovani” nel tardo pomeriggio di lunedì vicino a piazza Jacques Franck a Saint-Gilles, nella regione di Bruxelles, ha riferito 7sur7.be.

Il poliziotto, sulla trentina, stava camminando tranquillamente per strada quando è stato riconosciuto da un gruppo di circa 40 “giovani” nel multiculturale quartiere di Saint-Gilles. La vittima è stata picchiata principalmente alla schiena con bastoni, stampelle e mazze da baseball, ha detto un portavoce della zona. I commercianti locali sono intervenuti per salvare il poliziotto, che ora non è in grado di lavorare per sette giorni.

Secondo fonti di Nieuwsblad, il pestaggio potrebbe essere stato in risposta all’intervento della polizia all’evento non autorizzato “La Boum 2” di sabato. All’evento, la polizia ha arrestato 132 persone e ha usato cannoni ad acqua contro i partecipanti. La polizia ha anche arrestato attivamente gli spacciatori nei pressi della piazza dove è stato aggredito l’agente di polizia fuori servizio.

Tuttavia, il giornale fiammingo nota che il quartiere è stato colpito dalla violenza per anni, principalmente a causa di due bande rivali. E la tensione è aumentata ulteriormente negli ultimi giorni. In passato agenti di polizia sono stati presi di mira da bande del distretto di Saint-Gilles.

E’ stata aperta un’inchiesta per l’aggressione all’agente, ha precisato l’ufficio del procuratore generale. Nessuno degli aggressori è stato finora arrestato.

“Totalmente inaccettabile. Gli agenti di polizia, come tutti gli altri, dovrebbero essere rispettati durante e dopo il servizio. Questi atti scandalosi danneggiano l’immagine di Bruxelles. I cittadini di Bruxelles non se lo meritano. Sono sollevato perché l’interessato sta andando relativamente bene”, ha twittato il ministro dell’Interno Annelies Verlinden.

Immagine del titolo: La polizia tenta di disperdere i manifestanti al parco Del Bois de la Cambre durante una festa chiamata “La Boum 2” a Bruxelles, sabato 1 maggio 2021. La polizia ha messo su pattuglie extra sabato per monitorare il raduno che si tiene in sfido delle attuali normative covid-19 del Belgio. (AP Photo/Olivier Matthys)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento