Islam

Preoccupante aumento dei casi di mutilazione degli organi genitali femminili in Francia

Preoccupante aumento dei casi di mutilazione degli organi genitali femminili in Francia

Secondo un recente rapporto rilasciato dal National Public Health Agency francese, il numero di casi di mutilazione genitale femminile (MGF) è aumentato notevolmente nel corso dell’ultimo decennio.

L’aumento sostanziale è stato sottolineato nella rivista peer-reviewed dell’organizzazione, il Bollettino epidemiologico settimanale (BSH), che ha evidenziato che il numero stimato di donne vittime di mutilazione genitale è cresciuto da 60.000 nei primi anni 2000 a 124,3555 in un solo decennio.

Le persone più a rischio di mutilazioni genitale femminile, circa il 72 per cento sono i migranti di età compresa tra i 18 e i 40 anni la maggior parte provenienti dall’Africa francese. Secondo il rapporto, il 70 per cento delle vittime proviene dal Mali, Camerun, Costa d’Avorio, Senegal, e Guinea.

Per quanto riguarda le donne nate in Francia che hanno subito le MGF, circa il 50 per cento vive nella regione Ile-de-France che comprende Parigi e il sobborgo, denso di migranti, di Seine-Saint-Denis.

L’anno scorso, il Gruppo per l’abolizione delle mutilazioni sessuali (GAMS) ha affermato in un rapporto che quasi il 30 per cento dei bambini che vivono nella periferia di Parigi potrebbe essere a rischio di MGF.

Il Sociologo e direttore della GAM Isabelle Gillette-Faye ha dichiarato, “In generale, subiscono mutilazioni di tipo 2, vale a dire, la rimozione del clitoride e piccole labbra.”

Il rapporto evidenzia anche che la Francia rischia di essere il secondo paese in Europa in termini di casi di MGF, dietro solo alla Gran Bretagna.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento