Politica / World News

Primo Ministro danese infrange la sua promessa, e ora liberalizza le politiche sull’ immigrazione

Primo Ministro danese infrange  la sua promessa, e ora liberalizza le politiche sull’ immigrazione

I socialdemocratici sono diventati il più grande partito nelle elezioni danesi il mese scorso, e il partito popolare danese è crollato, questo perché i socialdemocratici danesi avevano adottato alcune delle popolari e rigorose politiche sull’ immigrazione del Partito del popolo danese.
Ma adesso, da quando Mette Frederiksen dei socialdemocratici è diventata il nuovo primo ministro, lei e il suo partito hanno iniziato a liberalizzare le politiche sull’ immigrazione, probabilmente a causa delle pressioni dei tre partiti di estrema sinistra
.
Il piano del precedente governo di destra è stato quello di isolare i cittadini stranieri criminali e richiedenti asilo respinti su una piccola isola prima di riportarli a casa. Questo non accadrà più ora, il nuovo governo ha deciso. Inoltre, di aumentare anche l’indennità di integrazione per le famiglie straniere con bambini.

E ora tutti i rifugiati che dovrebbero rimanere solo temporaneamente in Danimarca avranno l’opportunità di prendere istruzione gratuita finanziata dai contribuenti.
Questo malgrado quanto promesso in campagna elettorale dal ministro degli esteri Mattias Tesfaye

Il Partito del popolo danese ha insistito sul fatto che i rifugiati con soggiorno temporaneo devono tornare al loro paese d’origine. Istruzione e lavoro appresi in Danimarca devono essere utilizzati nel loro paese d’origine.
Se i rifugiati iniziano l’istruzione superiore a lungo termine, sarà praticamente impossibile farli tornare a casa. E altri vedranno l’opportunità di soggiornare in Danimarca.
Kristian Dahl Thulesen, il leader del partito popolare danese scrive su Facebook: “Passo dopo passo, la politica di immigrazione è stata cambiata. Anche se la promessa in campagna elettorale era l’opposto. La conseguenza è che la Danimarca sta nuovamente diventando sempre più attraente per i richiedenti asilo.
E’ ‘triste vedere il nostro lavoro per adottare una politica di migrazione rigorosa essere distrutto “.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento