Islam / Migranti / Politica

Rapisce due donne e le tortura e violenta a Malmö – riscarcito con € 82.000

Rapisce due donne e le tortura e violenta a Malmö – riscarcito con € 82.000

Sarà un jackpot per l’allora 18enne arabo che nel 2018 è stato condannato a 4,5 anni di carcere per sequestro di persona, tortura e stupro di gruppo a Due giovani donne a Malmö insieme al fratello. Damir Ali Ali ora riceve 82.000 euro di risarcimento per essere stato condannato al carcere per i crimini anche se era un bambino, riferisce TT.

Una donna è stata rapita dai fratelli e violentata mentre la strangolava.

Poche settimane dopo, i fratelli colpirono una nuova donna, che rapirono e portarono in uno scantinato dove la torturarono e la violentarono.

Il più giovane dei due fratelli arabi è stato condannato in Corte d’Appello per accuse tra cui omicidio colposo, stupro aggravato, furto, estorsione, uso illecito e guida illecita a 4,5 anni di carcere. Il fratello maggiore è stato condannato a sette anni di carcere.

Il giovane arabo ha quindi chiesto un risentimento perché sosteneva di avere meno di 18 anni al momento dei crimini. La questione era già stata esaminata dalla Corte d’Appello con le stesse prove, ma la Corte Suprema ha comunque concesso un riesame e ha concluso nel febbraio 2020 che l’uomo non aveva più di 18 anni al momento del delitto.

Il clandestino stupratore riceverà quindi 840.000 SEK (82.500 euro) dai contribuenti perché, secondo la decisione di risarcimento danni di JK, ha ricevuto un’eccessiva “dura pena per la sua età”.

Il fatto che l’arabo abbia effettivamente commesso i rapimenti bestiali e gli stupri di tortura è irrilevante.

Non voleva rimanere incinta di un musulmano e ha detto loro di usare almeno un preservativo, si legge nel resoconto del tribunale distrettuale di ciò che una donna ha detto quando si è resa conto di ciò che i fratelli le avrebbe fatto.

Resta da vedere se la Svezia perseguirà la donna per averlo insultato.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento