Politica / World News

Regno Unito: gli attivisti di Black Lives Matter deturpano la statua di Lincoln a Londra

Regno Unito: gli attivisti di Black Lives Matter deturpano la statua di Lincoln a Londra

Gli attivisti di Black Lives Matter, sabato, hanno deturpato la statua di Abraham Lincoln in Parliament Square, Londra, con graffiti durante una manifestazione contro l’uccisione di George Floyd.

Video e immagini della manifestazione mostrano manifestanti che scalano la statua e dipingono a spruzzo i nomi di George Floyd, Freddie Gray e di altre persone di colore percepite come uccise ingiustamente per mano di agenti di polizia.

Un video mostra un manifestante in cima alla statua che incita la folla.

I cartelli di cartone che recitavano “BLM”, “ABOLISH THE POLICE”, “RACISM Is A PANDEMIC TOO” e “SILENCE IS VILENCE” sono stati attaccati su un lato del piedistallo della statua.

La protesta, si dice abbia attirato circa 15.000 persone, è iniziata in gran parte pacifica, ma poi è diventata violenta in prima serata, quando una folla di 400-500 persone ha iniziato a lanciare bottiglie e altri oggetti contro la polizia vicino a Downing Street.

Gli agenti di polizia a cavallo hanno risposto alla violenza correndo per respingere i manifestanti. In un video dell’incidente che è circolato sui social media, un agente di polizia cade dal suo cavallo dopo essersi scontrato contro un semaforo.

Complessivamente, 14 manifestanti sono stati arrestati e 14 agenti di polizia sono rimasti feriti durante il caos.

Sempre sabato 6 giugno, giorno che ha segnato il 76o anniversario del D-Day, i manifestanti Black Lives Matter hanno vandalizzato la famosa statua di Sir Winston Churchill in Piazza del Parlamento a Westminster.

Video e immagini della statua mostrano il suo piedistallo deturpato con graffiti che recitano “ACAB”, che è l’abbreviazione di “tutti i poliziotti sono bastardi”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento