World News

Regno Unito: ragazzo britannico di 12 anni picchiato a sangue e derubato da una banda di criminali

Regno Unito: ragazzo britannico di 12 anni picchiato a sangue e derubato da una banda di criminali

Un ragazzo britannico di 12 anni è stato strangolato, preso a calci e pugni dopo essere stato inseguito da una banda di giovani criminali a Great Barr, fuori Birmingham.

La polizia delle West Midlands sta attualmente indagando sull’attacco che ha visto un gruppo di giovani delinquenti inseguire Mackenzie, 12 anni, prima di buttarlo a terra, prenderlo a calci e pugni mentre li pregava di fermarsi. Fonte: Birmingham Live.

Nel tentativo di trovare i malvagi e vili autori, la madre di Mackenzie Amy Webster ha condiviso un appello sui social media di suo figlio.

Non avrei mai pensato che avrei dovuto essere uno dei genitori che scrivono queste. cose Oggi, poco prima delle 9.45, mio ​​figlio, Mackenzie, è stato aggredito da un gruppo di alunni del 9 ° e 10 ° anno “, ha affermato la Webster.

Hanno inseguito mio figlio e il suo amico lungo Malthouse Lane, sulla corsia delle cabine, e hanno aggredito mio figlio per la sua bici e il suo telefono.”

Hanno pensato che fosse accettabile mettergli le mani intorno alla gola e colpirlo in faccia.”

In risposta all’appello online della madre, un commentatore ha scritto: “Orribile mondo in cui viviamo“, ha detto uno. “Spero che stia bene. Fisicamente guarirà rapidamente, mentalmente non lo farà. Mi spezza il cuore come se fosse successo ai miei figli. ”

La signora Webster dice che sta aspettando che la polizia trovi i colpevoli, ma aggiunge che non ha molte speranze che ciò accada presto.

Penso che tutti a Great Barr debbano essere più vigili durante la scuola. Se l’hanno fatto a mio figlio, non c’è niente che gli impedisce di tentare di farlo di nuovo. ”

Un portavoce della polizia delle West Midlands ha dichiarato che è attualmente in corso un’indagine.

Attacchi di gang e rapine apparentemente motivati ​​a livello razziale contro i bianchi britannici e altri nativi europei sono diventati sempre più comuni negli ultimi anni.

All’inizio di questo mese, nella città di Dudley, in Inghilterra, un ragazzo è stato preso a calci e pugni da un gruppo di giovani dall’aspetto arabo che lo hanno filmato e caricato su Snapchat.

Meno di una settimana fa, un ragazzo scozzese di 16 anni è stato lasciato in gravi condizioni dopo che una banda di “ragazzi asiatici” lo ha aggredito, trascinato a terra e scalciato in testa nel centro della città di Glasgow.

Giorni prima un ragazzo danese di 16 anni è stato ricoverato in ospedale dopo essere stato brutalmente picchiato da una banda di migranti a Copenaghen. Anche Karina Lindboe Wind, la madre del ragazzo di 16 anni, ha scritto su Facebook per condividere la storia di suo figlio.

Condividi questo Articolo

1 Comment

  1. LORO,NN SANNO VIVERE IN UNA MANIERA CIVILE E PACIFICA,LASCIATE A LORO IL PAESE,E FANNO CREARE UN ALTRO PAESE ISLAMICO SENSA REGOLE,E PIENO DI LORO SHARIA,NN AVRANNO PIU UN PAESE CIVILE,DOVE SONO ENTRATE,NN FUNZIONERA PIU NULLA PER LORO,NE SCUOLE NE OSPEDALE NE TV,NULLA,VIVRANNO COME A CASA CLORO,DA DOVE SONO SCAPPATE..

Lascia un Commento