World News

Regno Unito: Una impiegata delle ferrovie muore di coronavirus dopo che un passeggero straniero le ha tossito e sputato contro

Regno Unito: Una impiegata delle ferrovie muore di coronavirus dopo che un passeggero straniero le ha tossito e sputato contro

Il controllore di biglietti Belly Mujinga e il suo collega furono aggrediti mentre lavoravano alla Victoria Station di Londra. Il passeggero abusivo ha affermato di avere il coronavirus e di avere la madre 47enne con problemi respiratori morta in ospedale poco meno di due settimane prima. Fonte: The Mirror.

Quando le condizioni della sig.ra Mujinga sono peggiorate e stata collegata ad un ventilatore polmonare, ma i medici non sono stati in grado di salvarla.
Suo marito e sua figlia di 11 anni avevano fatto una videochiamata per parlarle, ma Belly stava troppo male per comunicare, la famiglia non ha mai avuto la possibilità di dirle addio.

Mujinga sostiene che all’inizio dell’epidemia sua moglie aveva chiesto a Thameslink se poteva avere invece un lavoro d’ufficio più sicuro. Egli sostiene che il suo datore di lavoro l’ha costretta a continuare a lavorare con i pendolari faccia a faccia prima che venissero applicate le misure di distanziamento sociale.

Un portavoce del primo ministro Boris Johnson ha descritto l’aggressione come “tragica e spaventosa”. L’aggressore non è ancora stato identificato e la polizia dei trasporti britannica sta attualmente indagando.

Questa tragedia è l’ultimo esempio di persone che leccano le superfici o tossiscono deliberatamente o sputano contro altri per diffondere il coronavirus.
Gli agenti di polizia sono stati spesso oggetto di tali abusi.
Tommy Robinson intervenne personalmente e fisicamente quando una banda di giovani ha tossito deliberatamente sui volti di una coppia di anziani.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento