Politica / World News

Relazione EASO: Gli arrivi dei migranti in Europa sono aumentati rispetto al 2018.

Relazione EASO:  Gli arrivi dei migranti in Europa sono aumentati rispetto al 2018.

I timori di una seconda “crisi di migranti” continuano a crescere, considerato che i numeri fino a ora calcolati superano di gran lunga quelli del 2018.

Secondo un rapporto del Ufficio europeo di sostegno per l’asilo (EASO), la quantità di immigrati che hanno cercato asilo in Europa nel 2019 ha già superato la cifra dello scorso anno del 10 per cento. Fonte: Die Welt.

Nella sua relazione sulle tendenze in materia di asilo, EASO afferma: “Finora, nel 2019 più richieste sono state presentate rispetto allo scorso anno: tra gennaio e agosto 2019 sono state presentate più di 456.000 richieste nella UE, in crescita del 10% rispetto allo stesso periodo del 2018 “.

La maggior parte dei migranti che cercano asilo nell’Unione europea nel 2019 provengono dalla Siria, Afghanistan, Venezuela, Iraq, Pakistan, Colombia, e Turchia.

Germania, Francia e Spagna hanno assorbito la maggior parte di questi migranti.

La Grecia è stata costretta ad assorbire oltre 12.000 migranti a settembre, più di ogni mese del 2018 o 2019. Finora quest’anno, 46.100 migranti sono arrivati in Grecia, rispetto ai 37.300 dell’anno precedente.

Vista la crescente crisi, ci sono state più e più richieste da parte dei politici di centro dell’UE di rinnovare la politica sull’imigrazione rivelatasi totalmente disfunzionale.

Durante un intervista con il giornalista di Die Welt, Kai Wegner, i presidenti del partito Unione Democratica Cristiana Berlino, ha dichiarato: “E ‘ giunto il momento per un cambiamento di paradigma nella politica di salvataggio della UE sulla base del principio di non-tolleranza australiano.”

Ciò significherebbe riportare tutte le persone coinvolte nel Mediterraneo, senza eccezioni. Ciò ridurrebbe gli incentivi per le imbarcazioni d’alto mare (ONG) e, infine, porrebbe fine alle morti nel Mediterraneo “, ha aggiunto Wegner.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento