Islam

Religioso musulmano afferma che il Corano incoraggia l’offensiva della jihad a umiliare gli infedeli e a diffondere l’Islam

Religioso musulmano afferma che il Corano incoraggia l’offensiva della jihad a umiliare gli infedeli e a diffondere l’Islam

Lo sceicco Muhammad Hammoud Al-Najdi cita il Corano 8:39: “E combattili fino a quando non c’è fitnah e la religione, tutto questo, è per Allah. E se cessano, allora Allah sta vedendo quello che fanno ”.

Cita anche Corano 9:29: “Combatti coloro che non credono in Allah fino all’ultimo giorno, coloro che sostengono ciò che è stato proibito da Allah e dal suo messaggero, né riconoscono la religione della Verità, anche se sono dei Popolo del Libro, fino a quando non pagano il jizya con sottomissione volontaria e si sentano sottomessi.

Islamofobia?

Lo studioso islamico kuwaitiano Sheikh Muhammad Hammoud Al-Najdi ha detto in una trasmissione trasmessa dal 3 all’11 luglio 2019 su Al-Ma’ali TV (Kuwait) che l’offensiva Jihad è un concetto che esiste nell’Islam anche se alcune persone negano la sua esistenza.

Ha citato diversi versetti del Corano, compresi quelli che sollecitano i musulmani a combattere e sottomettere i non credenti fino a quando non pagano una tassa o accettano l’Islam.

Ha spiegato che questo significa sparare al nemico con frecce, missili e così via, e che Allah provvede alla nazione islamica attraverso la Jihad dando loro bottino di guerra, proprietà e terra.

Lo sceicco Al-Najdi ha anche affermato che uno degli scopi della Jihad è quello di rompere il potere degli infedeli e umiliarli. Ha aggiunto: “Allah tortura [gli infedeli] per mano dei credenti“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento