Islam

Repubblica Islamica dell’Iran: Le chiese sono da considerare luoghi di ‘culto sionisti’

Repubblica Islamica dell’Iran: Le chiese sono da considerare luoghi  di ‘culto sionisti’

“Iranian House Churches Deemed Zionist Cults”, International Christian Concern,31 gennaio 2021:

31/01/2021 Iran (International Christian Concern) – L’agenzia di stampa pro-regime Fars News Agency ha pubblicato un rapporto secondo cui una rete “sionista” è stata “smantellata” per aver “creato deviazioni morali” e “promosso conversioni”.

L’Iran riconosce, almeno teoricamente, il cristianesimo come una delle tre religioni minoritarie. Tuttavia, in pratica, il paese spesso ritiene che le chiese e altri cristiani “coltivano” sionisti e falsifica le accuse di terrorismo contro di loro. Il codice giuridico iraniano vieta il cambiamento della propria religione, punibile con la morte. Attualmente ci sono 24 cristiani che si trovano in prigione o sono sotto accusa secondo il recente rapporto delle Nazioni Unite.

Tuttavia, nonostante le pesanti persecuzioni e accuse mosse contro i cristiani iraniani, il cristianesimo non è stato represso fino alla sua estinzione. I numeri ufficiali dello stato affermano che il paese è musulmano al 99,5%, ma sondaggi non ufficiali, ma ampiamente riconosciuti, riportano che la percentuale effettiva di cristiani nel paese potrebbe essere più vicina all’1,5%….

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento