Islam / World News

Rigugiato Siriano grida “Allahu Akbar” e cerca di entrare in una sinagoga di Berlino armato di coltello

Rigugiato Siriano grida “Allahu Akbar” e cerca di entrare in una sinagoga di Berlino armato di coltello

Vemerdì sera, la polizia ha arrestato un uomo di 23 anni, rifugiato siriano, che armato di coltello ha tentato di entrare in una sinagoga nel centro di Berlino gridando “Allahu Akbar” e “Fanculo Israele“.

L’uomo, un rifugiato siriano, è stato affrontato dal personale di sicurezza all’ingresso della Neue Sinagoga. Secondo il sito web di Bild, è stato sentito gridare “Allahu Akbar” (“Dio è grande” in arabo) e “Fanculo Israele”.

La polizia tedesca ha detto che l’uomo, identificato come Murad M., è stato colpito con dello spray al peperoncino dalle guardie e quindi sottomesso e disarmato.

I funzionari hanno dichiarato di averlo identificato come 23 enne originario di Damasco e con un permesso di residenza, che termina nel dicembre 2020.

L’incidente è avvenuto intorno alle 17:30 fonte: Bild, probabilmente poco prima dell’inizio del servizio di preghiera serale di venerdì.

La polizia ha affermato che l’aggressore non aveva precedenti e non era noto alle autorità.

L’inchiesta è in corso, ma i media tedeschi hanno dichiarato che l’uomo è stato rilasciato dalla polizia sabato mattina.

L’anno scorso si sono verificate due sparatorie mortali nelle sinagoghe statunitensi. Anche le case di preghiera in Europa sono costantemente minacciate da attacchi antisemiti e sono regolarmente protette dalle forze di polizia locali.

A maggio il massimo funzionario del governo tedesco contro l’antisemitismo ha indignato la popolazione quando ha detto che non consiglierebbe agli ebrei di indossare “skullcaps” (il copricapo ebraico ‘Kippah’) in alcune parti del paese, citando “l’aumento della disinibizione sociale e della brutalità“.

L’afflusso di rifugiati arabi in Europa negli ultimi anni ha anche provocato numerosi casi di antisemitismo contro Israele, spesso da parte di persone di origine musulmana.

In un sondaggio del 2016 su centinaia di ebrei tedeschi che avevano avuto episodi antisemiti, il 41 percento ha affermato che l’autore era “qualcuno con una visione estremista musulmana“.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento