Opinioni

Ritorno alle scimmie

Ritorno alle scimmie

L’articolo riflessivo e preoccupante di Thomas Aastrup Rømer sul “grande reset”, gli sforzi delle classi dominanti per trasformare non solo la società, ma l’uomo. Ciò deve avvenire, tra l’altro, attraverso nuove tecnologie e nuovi sistemi di gestione, e si basa su una filosofia la cui idea di base è che esistono indiscutibili “obiettivi mondiali” e che il disaccordo è quindi una pratica non comune.

Ampie fasce di gente ora accettano di essere guidate dalla scienza e dalla saggezza di coloro che sono al potere senza mormorare. Si chiama “mente comunitaria”.

Si potrebbe sostenere che la “mente della comunità” è stata necessaria durante la pandemia. Si potrebbe anche sostenere che la stessa mente rimane la norma per il comportamento umano una volta terminata la pandemia.

Quando avrai la filosofia e il sistema di potere in atto, sarai sempre in grado di trovare qualcosa di nuovo da controllare.

Quando le persone buone concordano sull’eccellenza della transizione verde, della globalizzazione, dell’antirazzismo, del transgenderismo, dell’abolizione delle nazioni, dell’uguaglianza delle religioni e di molti altri obiettivi mondiali, non sarà divertente porre domande. Il dissenso sarà considerato una malattia.

In Danimarca, sono già a buon punto.. Ciò si riflette nel Folketing, la cui schiacciante maggioranza è fondamentalmente d’accordo su tutto ciò che è essenziale. Lo stesso vale per i mezzi di comunicazione, la pubblica amministrazione, la scuola e la chiesa.

Quando la popolazione mondiale viene addestrata a pensare allo stesso modo, torniamo alla base dell’uomo nell’Africa orientale qualche milione di anni fa. Perché l’unità è morta.
E i nostri discendenti dovranno ricominciare l’evoluzione.

Articolo in lingua originale qui (Norvegese)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento