Islam / Migranti / Politica

Sakiewicz: Dobbiamo opporci ai recenti attacchi terroristici islamici o ce ne saranno altri

Sakiewicz: Dobbiamo opporci ai recenti attacchi terroristici islamici o ce ne saranno altri

Chiese, cristiani e sacerdoti sono gli obiettivi degli attuali attacchi terroristici condotti da giovani islamici, il caporedattore di Gazeta Polska, Tomasz Sakiewicz, lo scrive nel contesto dell’attacco terroristico islamico di lunedì a Vienna e un altro che ha lasciato tre morti all’interno della basilica di Notre-Dame-de-l’Assomption a Nizza, in Francia.

Sakiewicz ha avvertito che, nonostante abbiamo affrontato azioni terroristiche in passato e forse in futuro, la situazione peggiorerà se non agiamo con misure radicali. Fonte: agenziadi stampa polacca Niezalezna.pl .

“Diamo un’occhiata a cosa e chi è l’obiettivo di questi attacchi. Queste sono chiese, cristiani e sacerdoti. Gruppi di giovani, in questo caso giovani islamici, stanno entrando nelle chiese, assaltando e interrompendo le masse”, ha detto Sakiewicz a TVP Info in riferimento a un altro incidente della scorsa settimana in Austria, dove decine di giovani turchi hanno preso d’assalto una chiesa a Vienna e attaccato banchi e confessionali in un incidente ripreso dalle telecamere di sicurezza.

Ha spiegato che in genere ci sono diverse decine di persone per ogni terrorista che creano una rete di supporto psicologico e ideologico per l’aggressore. Con il supporto e l’adulazione che sanno di ricevere ogni volta che conducono un attacco, ottengono il coraggio di compiere tali azioni.

Tomasz Sakiewicz:

Non si tratta di costringere le persone a diventare credenti, ma come Europa, siamo cresciuti con una radice di valori che dovrebbero essere difesi così come la nostra identità.
Il caporedattore di Gazeta Polska ha aggiunto che questo crea l’atmosfera perfetta per questi individui per colpire anche chiese e cristiani.

“Questo sicuramente si accumula se non ci opponiamo. Se non lo mostriamo nelle giuste proporzioni, allora ci saranno più attacchi di questo tipo”, ha sottolineato il giornalista.

Sakiewicz ha sottolineato che la lotta al terrorismo dovrebbe avvenire su diversi livelli.

Il primo livello è localizzare centri di formazione che incoraggiano gli attacchi diretti. Ha detto che ci sono siti web in cui i terroristi comunicano, dove utilizzano codici e frasi speciali al fine di reclutare giovani. Le autorità dovrebbero utilizzare questi siti web per anticipare gli attacchi, ma spesso non riescono a indagare in questo metodo.

Sakiewicz ha fatto riferimento alla questione dei gruppi terroristici apertamente finanziati da fondazioni e organizzazioni, che dovrebbero essere fermate.

L’ultimo passo necessario per combattere il terrorismo, secondo il giornalista, è che le nazioni occidentali si distinguano per un certo sistema di valori.

“Non si tratta di costringere le persone a diventare credenti, ma come Europa, siamo cresciuti con una certa radice di valori che dovrebbero essere difesi così come la nostra identità”, ha detto.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento