Italia / Politica

Salvini: “È il Natale più difficile per gli italiani dai tempi della guerra”

Salvini: “È il Natale più difficile per gli italiani dai tempi della guerra”

Invece di aiutare i falsi migranti , il governo italiano dovrebbe concentrarsi sull’aiutare il proprio popolo con misure adeguate su misura per contrastare gli effetti della pandemia di coronavirus, ha detto il leader della Lega Matteo Salvini al quotidiano conservatore ungherese Magyar Hírlap.

Entrambe le camere del Parlamento italiano hanno ratificato mercoledì sera la riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes), ma i voti hanno rivelato profonde divisioni nella coalizione di governo di sinistra. Nella camera alta, il sì e il no andavano testa a testa. I deputati hanno anche votato per modificare il pacchetto sulla sicurezza migratoria introdotto dall’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini.

“L’abolizione del pacchetto non è uno dei problemi più urgenti del paese. Proteggere la salute e l’occupazione delle persone sarebbe un problema che il governo dovrebbe affrontare principalmente ed esclusivamente, ha detto Matteo Salvini a Magyar Hírlap.

“Al contrario, c’è stato un dibattito parlamentare di più giorni su come utilizzare le risorse rimanenti del Paese per aiutare i falsi rifugiati e pagare le forze dell’ordine per coordinarli”, ha detto Salvini.

Il presidente della Lega ha detto che il Paese avrebbe bisogno di decisioni rapide e aiuto immediato invece di battaglie politiche. Ha detto che la coalizione di opposizione di centrodestra ha sviluppato proposte concrete per porre rimedio alla grave emergenza nel Paese.

“Una riduzione immediata dell’onere per imprenditori e commercianti colpiti dall’emergenza è essenziale”, ha sottolineato. “Questo sarà il Natale più difficile per milioni di italiani dalla guerra, per non parlare del fatto che molti non potranno lasciare le loro case”, ha aggiunto.

Salvini ha anche detto che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte deciderà sull’utilizzo del Fondo UE per la ripresa istituendo un comitato di sei commissari e 100 esperti. Secondo Salvini, una decisione di questa portata dovrebbe essere decisa dal Parlamento e dagli esperti che se ne sono già occupati. Salvini ha anche espresso preoccupazione per il rinvio di questioni importanti a causa delle divisioni all’interno della coalizione di governo. “Tutte le indicazioni sono che non una politica comune, ma solo un’emergenza di salute pubblica sta mantenendo in vita il governo”, ha detto.

“Se si sviluppasse una crisi di governo, le libere elezioni per un paese democratico potrebbero essere la soluzione più utile. Ogni giorno incontro migliaia di cittadini che hanno esaurito la pazienza. Ci pregano di fare qualcosa per riportare il parlamento e il paese alla normalità. Faremo del nostro meglio per raggiungere questo obiettivo; lo raggiungeremo passo dopo passo”, ha detto Salvini.

immagine del titolo: il leader della Lega Matteo Salvini. (AFP/Tiziana Fabi)

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento