Islam / Italia / Migranti

SCAFISTA NIGERIANO: “HO FATTO UN SACCO DI SOLDI GRAZIE ALL’ITALIA” (video)

SCAFISTA NIGERIANO: “HO FATTO UN SACCO DI SOLDI GRAZIE ALL’ITALIA” (video)

Lui è Igharo, un trafficante nigeriano che ha fatto tanti soldi grazie ai colleghi delle ONG e dello Stato italiano. Quando è stato intervistato dalla BBC, ha spiegato quanto fosse facile traghettare i clandestini verso l’Italia prima di Salvini. E noi tutti sappiamo perché. Probabilmente ora che il traffico è ripreso in grande stile è tornato a farli.

I soldi, tanti, li ha fatti esportando in Italia migliaia di suoi connazionali: che non fuggivano e non fuggono dalla guerra, ma pagavano e pagano profumatamente lui e altri trafficanti, per attraversare prima il deserto del Sahara fino in Libia, poi sul barcone per poche miglia, fino alle navi delle Ong:

Igharo ha iniziato l’attività dopo il suo primo viaggio in Libia nel 2007, dove aveva incontrato un amico che gli disse che poteva fare i soldi come trafficante di uomini. E’ molto probabile che lavori per la mafia nigeriana, visto che sono state decine di migliaia i clandestini nigeriani traghettati in questi anni in Italia, che hanno reso la mafia nigeriana la quinta mafia ‘italiana’.

Quando gli è stato chiesto se sentisse quello che ha fatto come sbagliato, il nigeriano ha detto: “Non è sbagliato perché non costringo nessuno”. E ha ragione: pagano, e fanno parte della borghesia locale. O sono spacciatori della mafia nigeriana.

“Nessuno dei miei passeggeri è stato costretto a venire in Libia, la famiglie sono sempre state consapevoli del loro viaggio, anche quando sapevano che era un rischio”.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento