Islam

Sceicco sul Monte del Tempio: “Conquisteremo il mondo intero e lo governeremo attraverso l’Islam”

Sceicco sul Monte del Tempio: “Conquisteremo il mondo intero e lo governeremo attraverso l’Islam”

L’organizzazione di sorveglianza sionista Im Tirtzu ha invitato questa settimana la polizia israeliana ad arrestare uno sceicco dell’Autorità Palestinese per incitamento alla violenza.

In un sermone pubblico tenuto a febbraio nella moschea di Al-Aqsa sul Monte del Tempio, il religioso Muhammad Ayed “Abu Abdallah” ha fatto una chiamato per stabilire un califfato e “vendicarsi” e “polverizzare … quei malvagi venditori ambulanti che fanno affari” a Gerusalemme, a Roma e “quel Trump” alla Casa Bianca.

“Conquisteremo il mondo intero e lo governeremo attraverso la giustizia dell’Islam”, ha affermato lo sceicco in un sermone che è stato tradotto dal Middle East Media Research Institute (MEMRI).

Questa settimana un reclamo formale è stato presentato da Im Tirtzu al ministro della pubblica sicurezza Gilad Erdan (Likud) e alla polizia del distretto di Gerusalemme, chiedendo di arrestare uno sceicco arabo dell’Autorità palestinese per incitamento alla violenza.

“Queste sono osservazioni pericolose e incitanti che violano una serie di leggi e possono portare a gravi danni”, ha scritto Im Tirtzu.

“In primo luogo, i sermoni dello sceicco Muhammad Ayed devono essere fermati”, ha continuato Im Tirtzu. “In secondo luogo, deve essere arrestato, interrogato in merito alle sue incitanti osservazioni e, se necessario, perseguito per violazione della legge”, ha continuato la lettera.

Il canale YouTube che ha caricato i sermoni dello sceicco è stato recentemente rimosso dopo che Im Tirtzu lo ha segnalato per incitamento.

“L’attuale situazione sul Monte del Tempio è vergognosa”, ha dichiarato Tom Nisani, capo della scrivania araba di Im Tirtzu. “Mentre agli ebrei vengono negati i diritti fondamentali come il diritto di pregare, gli arabi palestinesi hanno libero corso di incitare alla violenza e violare tutte le leggi che vogliono”.

“Israele deve far valere la sua sovranità sul Monte del Tempio in pratica e non solo sulla carta”, ha continuato Nisani. “YouTube ha fatto il passo giusto rimuovendo questo discorso. È giunto il momento per Israele di seguire l’esempio”

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento