Islam / Migranti

Scontri con polizia e reporter tv israeliana aggrediti durante comizio filo-palestinese a Berlino

Scontri con polizia e reporter tv israeliana aggrediti durante comizio filo-palestinese a Berlino

Violenti scontri sono scoppiati tra manifestanti e polizia, e sabato è stato attaccato anche un giornalista televisivo israeliano, durante una manifestazione filo-palestinese a Berlino.

Diverse proteste si sono svolte in tutta la città e in altre parti della Germania durante il fine settimana, in coincidenza con dimostrazioni in paesi di tutta Europa.

I partecipanti hanno sventolato bandiere e gridato “Palestina libera”, esprimendo anche rabbia per gli attacchi aerei israeliani su Gaza nell’ultima settimana, che hanno ucciso più di 180 persone.

Antonia Yamin, una giornalista che riferisce per la tv di Stato israeliana, è stata fischiata e poi ha dovuto correre ai ripari dopo che qualcuno ha lanciato un petardo che si è spento vicino a lei.

Riportando sulla telecamera, ha detto: “Sospettavo che potesse accadere una cosa del genere. Non è la prima volta per me, in questa parte di Berlino, con un microfono ebraico e parlando in ebraico. L’ultima volta è successa la stessa cosa.

Ci sono state diverse segnalazioni di slogan antisemita intonati alle proteste nelle città tedesche, che sono stati ampiamente condannati dai politici.

I manifestanti si sono scontrato anche con la polizia dopo che gli agenti hanno tentato di rompere una folla per aver violato i protocolli sanitari. Alcune persone hanno lanciato bottiglie, pietre e petardi.

La polizia ha risposto con spray al peperoncino e sembrava trattenere alcuni manifestanti, anche se il numero totale di arresti non è stato ancora confermato. Arriva il giorno dopo che la polizia ha usato i cannoni ad acqua per sedare i manifestanti a Parigi.

Arresti nella capitale britannica per incidente antisemita

La polizia di Londra ha arrestato quattro persone domenica dopo che un convoglio di auto ha attraversato due aree della capitale sulla quale passeggiava una moltitudine di ebrei, con i conducenti che gridavano un violento linguaggio antisemita

Il filmato mostrava diverse auto adornate con bandiere palestinesi che attraversavano Finchley Road, nel nord di Londra. La voce di un uomo si sente attraverso un altoparlante che gridava volgarità sugli ebrei e diceva “stupra le loro figlie”.

Il post affermava che le auto avevano anche attraversato Golders Green nel nord di Londra. La polizia metropolitana ha detto che gli agenti hanno fermato un’auto su una strada principale nella parte occidentale della città e hanno arrestato quattro uomini con l’accusa di reati di ordine pubblico aggravati da razzisomo.

“Questo comportamento è stato assolutamente scioccante e non sarà tollerato”, ha detto il supt.

Anche il primo ministro Boris Johnson ha condannato l’incidente, avvenuto sabato nella capitale in un contesto di migliaia di proteste filo-palestinesi, alcune delle quali avevano anche portato a scontri con la polizia.

“Non c’è posto per l’antisemitismo nella nostra società”, ha detto su Twitter. “Prima della [grande festa ebraica] Shavuot, sto con gli ebrei britannici, che non dovrebbero sopportare il tipo di razzismo vergognoso che abbiamo visto oggi.”

Sabato migliaia di manifestanti si sono radunati fuori dall’ambasciata israeliana a Londra per protestare contro gli attacchi di Israele a Gaza durante una settimana di conflitto. È stata una delle decine di proteste in tutto il mondo.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento