Politica / World News

SCOPPIANO LE PROTESTE: “LIBERTÀ PER LA DANIMARCA, NE ABBIAMO ABBASTANZA”

SCOPPIANO LE PROTESTE: “LIBERTÀ PER LA DANIMARCA, NE ABBIAMO ABBASTANZA”

Danimarca: Domenica i cittadini hanno protestato in diverse città contro i duri blocchi imposti dal governo di sinistra. I danesi chiedono il ripristino delle loro libertà e dei loro diritti. I manifestanti hanno gridato: “Libertà per la Danimarca, ne abbiamo abbastanza”.

La violenza è scoppiata nella capitale del paese, Copenaghen, e nella città di Aalborg, dopo che il governo ha annunciato misure ancora più severe oltre al blocco parziale in vigore dal 25 dicembre. Inizialmente, il blocco avrebbe dovuto durare fino al 3 gennaio, ma è stato provvisoriamente esteso fino al 17 gennaio.

I cittadini hanno espresso le loro frustrazioni al primo ministro Mette Frederiksen e hanno affermato che le restrizioni non hanno nulla a che fare con il coronavirus, ma servono a controllare la gemte per avere più potere.

Le farmacie, i supermercati e i negozi di alimentari danesi possono rimanere aperti. I cittadini devono fare tutto il lavoro da casa e tutte le scuole, i bar, i ristoranti e la maggior parte dei negozi sono costretti a rimanere chiusi. Lo Stato ha anche annunciato che le riunioni di oltre cinque persone sono vietate, rispetto alle 10 di prima. Le persone sono tenute a rimanere a due metri di distanza, piuttosto che a un metro di prima.

Venerdì, il paese ha anche vietato l’ingresso agli stranieri senza un test negativo del virus delle 24 ore precedenti. Ha inoltre sconsigliato tutti i viaggi all’estero e ha annunciato che le compagnie aeree che volano in Danimarca avrebbero dovuto assicurarsi che tutti i passeggeri avessero fatto il test contro il coronavirus per poter atterrare.

Vaccino pericoloso

La controversa vaccinazione contro il coronavirus che altera i geni ha iniziato ad essere somministrata agli anziani nelle case di cura, alle persone con malattie critiche e agli operatori sanitari. Successivamente, gli inviti saranno inviati ai cittadini più anziani.Nelle diverse regioni sono in fase di creazione speciali centri vaccinali. I cittadini che ricevono un invito possono prendere un appuntamento per essere vaccinati.

La Danimarca si sta persino preparando a fare passaporti speciali per il vaccino contro il coronavirus che dimostrino di essere stati iniettati con il vaccino. “Ci aspettiamo che i paesi chiedano prove che le persone siano state vaccinate quando entrano nel loro paese. Un passaporto vaccino danese può tornare utile”, ha dichiarato il ministero della Salute danese.

L’importante virologo tedesco Dr. Sucharit Bhakdi ha avvertito il pubblico dei principali rischi dei vaccini. Questi rischi principali possono essere raggruppati nei seguenti quattro punti primari.

In primo luogo, il test di questi vaccini è stato fatto su individui giovani, sani e con il sistema immunitario più forte. Non si sa come la popolazione anziana e coloro che hanno condizioni preesistenze risponderanno a questi vaccini.

Successivamente, queste vaccinazioni contro l’RNA messaggero (mRNA) che alterano il gene “possono causare reazioni allergiche molto gravi”. L’mRNA è descritto al CDC come “un nuovo tipo di vaccino per proteggere dalle malattie infettive”, e Bhakdi ha avvertito che questo tipo di vaccino è “ancora sconosciuto scientificamente e medicalmente”.

In terzo luogo, i vaccini possono contribuire a una reazione eccessiva avversa alle successive infezioni presenti in natura. Più specificamente, una volta iniettato nel corpo, il vaccino corre e si diffonde in tutto il corpo rischiando i pericoli di una reazione eccessiva corporea immediata o di una reazione allergica.

Infine, i vaccini portano con loro la possibilità di malattie autoimmuni che possono causare morte, teoricamente, e infertilità femminile. Un sentimento ribadito dal dottor Giuseppe Delicati, che è sotto attacco da parte dello Stato per aver espresso le sue preoccupazioni mediche.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento