Islam / Migranti / Politica

Scuola francese ripristina il maiale: i genitori musulmani ululano …

Scuola francese ripristina il maiale: i genitori musulmani ululano …

Il municipio di Béziers ha rimosso i menu sostitutivi senza maiale nella mensa.

D’ora in poi, ogni giorno vengono offerti un menu classico e un menu vegetariano.

SOS Racisme chiede al municipio di Robert Ménard di riconsiderare la sua posizione.

Da lunedì, il municipio di Béziers (Hérault) ha rimosso i menu di sostituzione senza maiale dalle mense scolastiche.

I bambini ora hanno la possibilità di scegliere tra un menu classico e un menu vegetariano, offerto tutti i giorni della settimana.

Questa decisione di Robert Ménard è stata presa quando è stato scelto un nuovo fornitore, ha suscitato l’agitazione di diverse associazioni, tra cui SOS Racisme, che deplora la mancanza di consultazione con le famiglie degli studenti.

SOS Racisme chiede al comune di “riconsiderare la sua posizione”

Secondo l’associazione, che dice di essere stata allertata da molti genitori di studenti, la rimozione del menu sostitutivo “costringerà i bambini che non consumano carne suina ad essere sistematicamente privati di carne, pesce o uova nei giorni in cui il classico del menu includerebbe il maiale”.

L’abolizione del pasto senza carne suina, che ha reso possibile, continua SOS Racisme, “da diversi decenni per generazioni di bambini di fede ebraica e musulmana mangiare nelle scuole pubbliche con tutti i loro compagni, mina un importante fattore di integrazione sociale e convivialità”.

Il ramo locale di SOS Racisme chiede così al municipio di Béziers “di riconsiderare la sua posizione” e di “condurre un dialogo degno di questo nome”.

Da parte sua, l’associazione Biterroise La Libre Thought indica “pratiche discriminatorie che tendono a privare i bambini delle famiglie musulmane ed ebraiche di pasti equilibrati senza carne di maiale, anche se i pasti scolastici spesso costituiscono un contributo nutrizionale essenziale per loro”, denunciando un’altra provocazione di Robert Ménard.

“I pasti vegetariani sono perfettamente bilanciati”

Robert Ménard “si rifiuta di alimentare una controversia che cerca di lanciare un’associazione specializzata in materia”.

La città osserva che “il menu vegetariano esclude tutta la carne animale, senza distinzione” e che “le uova continuano (…) ad essere offerte in contrasto con ciò che SOS Racisme afferma”.

“Inoltre, i pasti vegetariani sono perfettamente bilanciati”.

Questo è un obbligo, e il servizio sanitario pubblico lo assicura con il fornitore con un dietologo / nutrizionista (…) L’attuazione di pasti senza carne suina o menu specifici non costituisce un obbligo legale per i municipi, a differenza dei pasti vegetariani che dovrebbero essere offerti alle famiglie almeno una volta alla settimana.

La città di Béziers ha scelto di offrirli ogni giorno (…) La città di Béziers non priva alcun bambino di carne, sia di fede ebraica che musulmana.

L’implicazione è particolarmente odiosa e inaccettabile.

Per quanto riguarda la mancanza di consultazione che SOS Racisme deplora, il municipio di Robert Ménard ci assicura che è “falso”.

Le famiglie sono state avvertite “tramite volantini e newsletter nelle borse scolastiche per bambini all’inizio di dicembre, notano i servizi della città.

Questi hanno delineato le modifiche in arrivo il 1 ° gennaio e la necessità di scegliere tra menu classici e menu vegetariani.

E (…) le famiglie sono state avvisate durante le vacanze.

“La città indica anche che” per consentire a ogni famiglia di registrarsi per menu classici o vegetariani, nessun menu incluso il maiale sarà servito nelle mense durante i primi 15 giorni del 2021. ”

Offrire menù senza maiale in mensa non è contro la laicità, secondo il Consiglio di Stato

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento