Islam / World News

Seduta di “guarigione spirituale islamica” si trasforma in stupro di gruppo

Seduta di “guarigione spirituale islamica” si trasforma in stupro di gruppo

LAHORE:
Una donna violentata in gruppo con il pretesto della guarigione spirituale si è rivolta alla polizia di Johar Town per un’azione contro i suoi stupratori.

La vittima, proveniente da Karachi, ha dichiarato di essere stata convinta da una donna a visitare un guaritore spirituale.

Ha dichiarato nella sua denuncia alla polizia di Johar Town di avere problemi domestici con suo marito. Ha raccontato che la sua vicina Maryam le si era avvicinata e le aveva detto di visitare il guaritore spirituale, sostenendo che avrebbe reso suo marito più buno con lei.

Su consiglio della donna, la vittima è andata a Chichawatni dove hanno incontrato il “guaritore spirituale“, Sajid. La donna è stata portata in un villaggio dove le è stato servito del tè.

Ha raccontato di essere diventata incosciente dopo aver bevuto il tè. Ha detto che Sajid l’ha aggredita sessualmente e in seguito ha portato altre persone che hanno abusato di lei.

Ha raccontato che “il guaritore spirituale” l’ha portata in luoghi diversi durante il periodo in cui era incosciente. Quando si è ripresa dal torpore ha iniziato a gridare per chiede aiuto ma per zittirla è stata torturata e minacciata.

Raccontando il suo calvario, ha detto che lo stupratore le ha fatto un’iniezione, dopo di che è rimasta incosciente per parecchio tempo. Quando ha ripreso conoscenza, si è trovata in ospedale. Il personale le ha detto che era stata trovata incosciente in un mercato di Johar Town.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento