Islam / Politica / World News

Sembra uno scherzo ma non lo è : L’ONU elegge l’Iran al massimo organo per i diritti delle donne

Sembra uno scherzo ma non lo è : L’ONU elegge l’Iran al massimo organo per i diritti delle donne

GINEVRA, 21 aprile 2021 — L’ONU ha appena eletto l’Iran alla sua Commissione sullo status delle donne, il “principale organo intergovernativo globale dedicato esclusivamente alla promozione della parità di genere e all’emancipazione delle donne”.

UN Watch invita gli Stati Uniti e gli Stati membri dell’UE a condannare la decisione.

“Eleggere la Repubblica Islamica dell’Iran per proteggere i diritti delle donne è come nominare un piromane nel capo dei vigili del fuoco della città”, ha detto Hillel Neuer, direttore esecutivo di UN Watch. “E ‘assurdo – e moralmente riprovevole.”

“Questo è un giorno nero per i diritti delle donne e per tutti i diritti umani”, ha detto Neuer.

La persecuzione delle donne da parte dell’Iran è grossolana e sistematica, sia nella legge che nella pratica. Lo stesso segretario generale delle Nazioni Unite ha riferito sulla “persistente discriminazione dell’Iran contro le donne e le ragazze”.

I mullah fondamentalisti iraniani costringono le donne a coprirsi i capelli, con molti arrestati e attaccati ogni giorno in base alla legge misogina sull’hijab. Richiedono a una donna di ricevere il permesso da suo padre per sposarsi. L’età legale per una ragazza di sposarsi in Iran è di 13 anni, ma anche le ragazze più giovani di 13 anni sono autorizzate a sposarsi con il consenso paterno e giudiziario.

Il regime dell’Ayatollah Khamenei imprigiona coraggiose attiviste per i diritti delle donne, come Nasrin Sotudeh, Mojgan Keshavarz, Yasaman Aryani e Monireh Arabshahi, per il crimine di chiedere pacificamente la loro dignità umana.

Perché, allora, l’ONU ha appena considerato uno dei peggiori oppressori mondiali delle donne come giudice mondiale dell’uguaglianza di genere e dell’emancipazione delle donne?

“Oggi l’ONU ha inviato un messaggio che i diritti delle donne possono essere azzerati per accordi politici”, ha detto Neuer, “e ha deluso milioni di donne vittime in Iran e in tutto il mondo che guardano all’organismo mondiale per la protezione”.

Il regime fondamentalista e misogino dell’Iran è ora uno dei 45 membri della commissione che, secondo le Nazioni Unite, svolgerà un ruolo fondamentale nel “promuovere i diritti delle donne, documentare la realtà della vita delle donne in tutto il mondo” e “plasmare gli standard globali sulla parità di genere e l’emancipazione delle donne”.

L’Iran ha ottenuto 43 voti a scrutinio segreto ieri al Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite a 54 nazioni. Di solito l’ECOSOC approva le nomine disposte a porte chiuse da gruppi regionali, tuttavia questa volta gli Stati Uniti hanno forzato le elezioni.

“Lodiamo l’amministrazione Biden per aver forzato il voto di ieri, ma dovrebbero anche esprimersi per condannare l’assurda e moralmente oscena elezione del regime dell’Ayatollah Khamenei al più alto organo per i diritti delle donne al mondo”, ha detto Neuer.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento