Politica / World News

Serbia: le ONG mettono in discussione lo spiegamento di un esercito vicino ai campi di migranti

Serbia: le ONG mettono in discussione lo spiegamento di un esercito vicino ai campi di migranti

Gli attivisti che lavorano per le organizzazioni non governative pro-migranti in Serbia si interrogano sul perché il paese abbia schierato il suo esercito in posizioni vicino ai campi di migranti lo scorso fine settimana.

La ragione è semplice: Alla fine delle misure di emergenza, è probabile che i migranti abbandonino i campi, sia per commettere crimini che per tentare di attraversare illegalmente l’Unione europea.

Il ministero della difesa serbo ha detto che il dispiegamento è stato ordinato dal presidente Aleksandar Vucic per proteggere i campi vicino al confine croato dove sono attualmente ospitati circa 4.000 migranti illegali. Secondo il governo, la ragione del dispiegamento delle forze armate è stata quella di proteggere la popolazione locale da possibili rapine e altre forme di molestie che hanno avuto luogo dopo il blocco in risposta al focolaio di coronavirus Wuhan (COVID-19).

La Serbia si trova lungo la rotta balcanica che i migranti illegali usano per arrivare negli Stati membri dell’Unione europea più accoglienti dell’Europa nordoccidentale. La maggior parte dei migranti in Serbia spera infine di attraversare illegalmente i confini della Serbia verso l’UE.

Gli attivisti per i migranti in Serbia hanno espresso sorpresa per la mossa dell’esercito, affermando che non c’erano stati episodi “importanti” di crimini commessi da migranti di recente.

Quando il blocco delle pandemie è stato ordinato all’inizio di quest’anno, i campi di migranti sono stati messi in quarantena. All’esercito serbo è stato ordinato di sorvegliare i campi per assicurarsi che nessuno entrasse o lasciasse il perimetro.
Il personale militare è stato infatti costretto ad intervenire in numerose occasioni quando i migranti hanno tentato di rompere la quarantena.
Ma la Serbia ha concluso le misure di emergenza due settimane fa.

Rados Djurovic, che lavora con il Centro di protezione delle ONG, ha riconosciuto che i migranti si stanno avventurando al di fuori dei campi, ma ha affermato che ciò è dovuto alle cattive condizioni in essi. “Il motivo è che non c’è abbastanza capacità per accoglierli tutti”, ha detto Djurovic, secondo un rapporto di Balkan Insight. “Molti hanno fame e non riescono nemmeno a mangiare, e ci sono incidenti quando prendono qualcosa o dormono all’aperto.”

Djurovic ha anche detto che ora che le misure di emergenza sono finiti, è probabile che un maggior numero di migranti che seguono la rotta balcanica si dirigano verso la zona per cercare di entrare illegalmente in uno Stato membro dell’UE.

“Forse è per questo che l’esercito li sta dissuadendo dall’attraversare il confine [croato], o li sta intimidendo con la sua presenza”, ha detto Djurovic.

Condividi questo Articolo

Lascia un Commento